La proiezione di “Life, Animated” a Pordenone

Tra le iniziative promosse dalla Fondazione Bambini e Autismo di Pordenone, in vista della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile, vi sarà anche domani, 30 marzo, la proiezione del film “Life, Animated”, rivolta dapprima alle scuole, poi aperta al pubblico. Candidato all’Oscar come miglior film documentario, “Life, Animated”, di Roger Ross Williams, è tratto dall’omonimo libro Premio Pulitzer del giornalista Ron Suskind, padre del protagonista, il giovane Owen, che supera alcune problematiche dell’autismo grazie all’aiuto della propria famiglia e dei classici Disney

Scena del film "Life, Animated"

Una scena del film “Life, Animated”

Tra le iniziative promosse dalla Fondazione Bambini e Autismo  di Pordenone, in occasione dell’ormai imminente Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile – per l’elenco delle quali rimandiamo al sito della Fondazione stessa – segnaliamo qui l’appuntamento fissato per domani, giovedì 30 marzo, con la proiezione del film Life, Animated, anteprima del Festival Le voci dell’inchiesta, iniziativa attuata in collaborazione con Cinemazero della città friulana che sarà dedicata alle scuole in mattinata (ore 9) e aperta al pubblico in serata (ore 21, ingresso con donazione libera).

Candidato all’Oscar come miglior film documentario, Life, Animated di Roger Ross Williams, è tratto dall’omonimo libro Premio Pulitzer del giornalista del «New York Times» Ron Suskind, padre del protagonista, il giovane Owen, capace di superare alcune problematiche dell’autismo grazie all’aiuto della propria famiglia e dei classici Disney.
«Owen – spiega Davide Del Duca, direttore della Fondazione Bambini e Autismo – è un bimbo affetto da una forma regressiva di autismo. Prima dei tre anni egli parla e interagisce, poi perde la capacità di parlare e di comunicare con il mondo. Un giorno incomincia a ripetere una frase del film Disney La Sirenetta (“Solo la tua voce”) e da quell’episodio, la sua famiglia, utilizzando altri film che il bambino conosce a memoria, riesce ad avere uno scambio comunicativo più lungo con il figlio, uno scambio che aprirà nuove prospettive».

«Questo film – sottolinea ancora Del Duca – mette giustamente l’attenzione sull’accento educativo che i cartoons della Disney hanno. I personaggi delle storie sono privi di sfumature: c’è il buono e il cattivo e questo aiuta molto in generale le persone con autismo a districarsi in un mondo, il nostro, molto complesso e pieno, anche a livello linguistico, di “doppi sensi”. Il protagonista ci fa vedere come usando scene e personaggi di film come Bambi, Dumbo, Peter Pan e il Re Leone, riesca a decifrare e comprendere gli stati d’animo di chi ha di fronte. Ed è questo un metodo che molte persone con autismo utilizzano per integrarsi».

La proiezione di Life, Animated a Pordenone sarà introdotta sia dagli esperti della Fondazione Bambini e Autismo che da quelli di Cinemazero. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@bambinieautismo.org.

Stampa questo articolo