Una celebrazione all’insegna del lavoro

I promotori del Progetto “Wow! Wonderful Work”, attivo già da un paio d’anni in Lombardia, per favorire l’integrazione sociale e lavorativa delle persone con sindrome di Down o con altre disabilità intellettive, hanno deciso di celebrare la Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down del 21 marzo, avviando sedici giovani adulti con sindrome di Down a una serie di colloqui di gruppo e individuali, finalizzati, nello specifico, a trovare candidati idonei ad essere inseriti fin da subito in azienda, per svolgere tirocini lavorativi nell’ambito dell’accoglienza e della ristorazione

Persona con sindrome di Down che ha partecipato al Progetto "WOW!"

Una delle persone con sindrome di Down avviate a un tirocinio lavorativo tramite il Progetto “WOW!”

I promotori del Progetto Wow! Wonderful Work, nato nel 2015 in Lombardia per l’integrazione sociale e lavorativa delle persone con sindrome di Down, come avevamo ampiamente spiegato a suo tempo, hanno deciso di celebrare a modo loro la recente Giornata Mondiale sulla Sindrome di Down del 21 marzo, ovvero con un nuovo appuntamento a Milano – nell’àmbito del progetto stesso – che ha visto sedici giovani adulti con sindrome di Down incontrare i selezionatori del personale volontari di WOW!, per una serie di colloqui di gruppo e individuali.
«La novità rispetto agli incontri precedenti – spiegano gli organizzatori – è che sono stati svolti colloqui finalizzati a trovare candidati idonei a essere inseriti fin da subito in azienda, per svolgere tirocini lavorativi nell’ambito dell’accoglienza e della ristorazione. In tal senso, ricordiamo che in questi mesi abbiamo ricevuto richieste da aziende dimostratesi sensibili al tema della sindrome di Down e del Diversity Management* e che attualmente abbiamo avviato già cinque tirocini grazie alla collaborazione di Federfarma, presso altrettanto farmacie del territorio di Milano e Monza».

Il Progetto WOW!, lo ricordiamo ancora, unisce le forze di tutti coloro che riconoscono alle persone con disabilità intellettiva la possibilità di rappresentare un’autentica risorsa per le imprese, mettendo imprenditori e aziende al centro di un sistema che ha come scopo quello di incrementare da una parte l’integrazione lavorativa delle persone coinvolte, dall’altra il benessere degli ambienti lavorativi.
I partner sono le aziende (o enti) Kasanova, Velp Scientifica, Federfarma e Jobmetoo e hanno concesso il proprio patrocinio all’iniziativa la Provincia di Monza-Brianza e il CoorDown Lombardia (Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down), il tutto con il contributo della Fondazione BNL e della Fondazione Monza e Brianza.
I dodici selezionatori coinvolti nella recente iniziativa di Milano provenivano tutti da note società di selezione o da aziende leader nel proprio settore. Nello specifico hanno partecipato le Associazioni AGPD di Milano (Associazione Genitori e Persone con Sindrome di Down) e Capirsi Down di Monza e le aziende (o enti) Trevisearch, Adecco, StMicroelectronics e BNL-BNP Paribas. (S.B.)

*Per Diversity Mangement si intende la gestione di tutte le forme di diversità, quali le differenze di genere, età, provenienza geografica e abilità fisica, da affrontare in modo consapevole e costruttivo, per renderle leve strategiche ai fini del bene dell’azienda e del benessere di chi vi contribuisce con il lavoro quotidiano.

A questo link è disponibile un elenco di testimonianze dirette di persone con sindrome di Down coinvolte nel Progetto WOW!. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@wonderfulwork (Consuelo Locatelli).

Stampa questo articolo