Strategie e tecniche di orientamento e mobilità

Su proposta del proprio Comitato Pari Opportunità, l’UICI Provinciale di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) ha promosso un minicorso di sei ore dedicato alle strategie e alle tecniche di orientamento e mobilità, rivolto a sei donne con disabilità visiva, divise in due gruppi, il primo dei quali composto da persone che non si muovono da sole e che intendevano avere un primo approccio, mentre del secondo facevano parte tre persone che già si muovono autonomamente, ma con la necessità di perfezionarsi

Particolare di donna cieca con il bastone bianco che attraversa una stradaNella settimana che ha preceduto le festività pasquali, su proposta del proprio Comitato Pari Opportunità, coordinato da Roberta Cotronei, l’UICI Provinciale di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti) ha promosso un minicorso di sei ore dedicato alle strategie e alle tecniche di orientamento e mobilità, rivolto a sei donne con disabilità visiva, divise in due gruppi, il primo dei quali composto da persone che non si muovono da sole e che intendevano avere un primo approccio, mentre del secondo facevano parte tre persone che già si muovono autonomamente, ma con la necessità di perfezionarsi.
A condurre il corso sono stati Giovanni Bosco Vitiello e Corrado Bortolin, istruttori di Orientamento e Mobilità appartenenti all’ANIOMAP (Associazione Nazionale Istruttori Orientamento Mobilità Autonomia Personale). (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uicna@uiciechi.it.

Stampa questo articolo