Teatro-canzone di successo, in favore della UILDM

Verrà devoluto alla UILDM di Udine (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) l’incasso dello spettacolo di teatro-canzone “Di Jerbas e di Suns. Musica e parole per una Spoon River carnica”, che dopo il successo ottenuto in varie località del Friuli, andrà in scena domani, 22 aprile, ad Osoppo (Udine), a cura dell’Associazione Culturale Friûl Adventures. Ispirato alle canzoni di Giorgio Ferigo & Povolâr Ensemble, “Di Jerbas e di Suns” fu presentato per la prima volta nel 2012, per festeggiare la riedizione degli album del Povolâr Ensemble, storico gruppo musicale degli Anni Settanta

Manifesto dello spettacolo "Di Jerbas e di Suns", Osoppo (Udine), 22 aprile 2017Di Jerbas e di Suns, ovvero Musica e parole per una Spoon River carnica è lo spettacolo già andato in scena con grande successo in numerose località del Friuli, che verrà rappresentato nella serata di domani, sabato 22 aprile (ore 20.45), al Teatro della Corte di Osoppo (Udine), a cura dell’Associazione Culturale ONLUS Friûl Adventures.
Ispirato alle canzoni di Giorgio Ferigo & Povolâr Ensemble, Di Jerbas e di Suns si presenta in forma di teatro-canzone, andato in scena per la prima volta nel 2012, per festeggiare la riedizione degli album del Povolâr Ensemble, storico gruppo musicale nato a Padova nel 1977 dall’incontro di Giorgio Ferigo con Francesco Vigato, Fiammetta Bagno e Toni Zogno.
«In oltre dieci anni di attività – si legge nella presentazione – tale gruppo aveva condotto un’indagine poetica sulle lacerazioni, i costumi, le contraddizioni e i sogni di una piccola comunità quale la Carnia: 40.000 abitanti e 40.000 emigranti, montagne aspre e bellissime, tradizioni antiche e una lingua arcaica e musicale. Lo spettacolo attuale ripropone le canzoni del secondo album del Povolâr, Cjamp dai pierdûz amôrs, del 1983, nella rilettura del compositore e pianista Mauro Costantini, accompagnato da un affiatato collettivo di musicisti: Federico Luciani, Mirko Cisilino, Emanuel Donadelli, Massimiliano D’Osualdo, Simone Serafini, Maria Fernanda Pardini e Flaviano Miani, capaci sulla scena di raggiungere una speciale intesa e di dar vita a improvvisazioni e divagazioni che rendono unica ogni rappresentazione».

Ulteriore valore aggiunto dello spettacolo è che l’intero ricavato (ingresso a offerta libera) verrà devoluto alla UILDM di Udine (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), per sostenerne le varie concrete iniziative in favore delle persone con disabilità e delle loro famiglie.
Nel foyer del Teatro di Osoppo, inoltre, insieme alla postazione informativa sulle attività dell’Associazione, verrà esposta la mostra Un segno di noi, della quale abbiamo già ampiamente scritto nel nostro giornale, che è il risultato di un percorso di arteterapia promosso dalla stessa UILDM di Udine, con il coinvolgimento di un gruppo di persone con disabilità fisiche anche gravi, alle quali è stata offerta la possibilità di sperimentare nuove forme di espressione, esplorando i propri sentimenti e il proprio vissuto, e ritrovando un’immagine positiva di sé attraverso il “fare”. (S.B.)

Ringraziamo Laura Sandruvi per la segnalazione.

Accedere a questo link, per un approfondimento sullo spettacolo Di Jerbas e di Suns. Per ulteriori informazioni: segreteria@uildmudine.org.

Stampa questo articolo