Fidati di lui… ciecamente

«C’è qualcosa nel corpo del cavallo che fa bene all’animo dell’uomo»: questa frase del celebre letterato Goethe ben sintetizza lo spirito dell’iniziativa “Fidati di lui… ciecamente”, che nei prossimi mesi farà trascorrere in allegria, a numerose persone con disabilità visiva, momenti di attività sociale e ricreativa, traendo tutti i benefìci derivanti dello stare a contatto con i cavalli. Promotori del progetto la Rappresentanza di Sant’Anastasia dell’UICI di Napoli, insieme all’Associazione Real Vesuviana di Somma Vesuviana e in collaborazione con l’Associazione La Fattoria di Ercolano

Bimba con un cavallo (viso accostato al muso)«C’è qualcosa nel corpo del cavallo che fa bene all’animo dell’uomo»: questa frase del celebre letterato Goethe ben sintetizza lo spirito della bella iniziativa promossa dalla Rappresentanza di Sant’Anastasia dell’UICI Provinciale di Napoli (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), denominata Fidati di lui… ciecamente, e concretizzatasi in un protocollo d’intesa recentemente sottoscritto, insieme all’Associazione Sportiva Dilettantistica Real Vesuviana di Somma Vesuviana, con l’Associazione Sportiva Dilettantistica La Fattoria di Ercolano (Napoli), specializzata, quest’ultima, in attività di equitazione per persone con disabilità.

«Questo progetto – spiega la referente dello stesso Sandra Minichini – ha come scopo quello di far trascorrere in allegria, alle persone con disabilità visiva, momenti di attività sociale e ricreativa e trarre i benefìci che derivano dello stare a contatto con i cavalli; il cavallo, infatti, permette di crescere, di vincere le proprie paure e di lavorare su se stessi per guadagnarne la fiducia, creando un legame molto forte. Parlando infatti di Pet Therapy in generale [“terapia con gli animali”, N.d.R.], essa è importantissima in caso di disabilità, in quanto, grazie alla relazione con l’animale, consente di trovare nuovo entusiasmo e motivazione nell’affrontare piccoli compiti quotidiani e sperimentando una modalità facile e spontanea di interazione. Altri benefici sono poi la diminuzione dell’ansia e dell’apatia, il miglioramento dell’attenzione, l’aumento dell’autostima, il miglioramento delle capacità motorie e dell’abilità manuale».

Rivolto ad adulti e ragazzi con minorazione visiva (ipovedenti e ciechi), il Progetto Fidati di lui… ciecamente si protrarrà per circa sette mesi, dal prossimo mese di maggio fino a novembre, con un incontro mensile previsto ogni primo martedì del mese presso l’Associazione La Fattoria (Via Filaro, 2, Ercolano). L’avvio avverrà esattamente il 9 maggio. (S.B.)

Per ogni informazione o approfondimento: uici-anastasia@uicinapoli.it.

Stampa questo articolo