- Superando.it - http://www.superando.it -

Chiara e le meraviglie del mondo sommerso

Chiara Folco e Alberto Duchiron

Chiara Folco apprende le tecniche subacquee, insieme al proprio istruttore Alberto Duchiron

Chiara Folco è una ragazza con autismo di 15 anni e parlando dei motivi della sua passione per la subacquea, ci aveva detto di volersi immergere alla scoperta dei relitti sommersi, vedere gli animali marini nel loro ambiente naturale e scoprire quali siano le loro abitudini.
Chiara ha sempre avuto una grande passione per lo studio di tutti gli animali e ha raggiunto un livello di conoscenza in merito ben superiore alla media dei suoi coetanei e anche di molti adulti.
Carlo, il padre, ci ha raccontato che Chiara ha iniziato a nuotare, o meglio a galleggiare, a circa 3 anni, e ha sempre mostrato una spiccata passione per l’acqua. A causa delle sue caratteristiche, non ha mai dimostrato interesse a giocare con gli altri nell’acqua; faceva infatti lunghe nuotate in solitudine con uno stile particolare tutto suo, tipo delfino, e quando entrava in mare, osservava sempre l’orizzonte, come se quella dovesse essere la sola meta interessante.
A 9 anni Chiara, per sua scelta, ha avuto modo di scoprire l’immersione sott’acqua. Aveva ancora difficoltà a vestirsi da sola, ma nella sua prima esperienza di immersione, è entrata e uscita dalla muta, come se fosse una sua seconda pelle. È stato un innamoramento a prima vista, che l’ha portata successivamente a iniziare la sua bella avventura subacquea.

E dunque via in acqua ad apprendere le tecniche subacquee, seguita dal suo istruttore HSA [Handicapped Scuba Association, N.d.R.] Alberto Duchiron. Con loro anche il papà Carlo, a condividere l’esperienza per la gioia di stare insieme.
La sintonia tra Alberto e Chiara è emersa subito: la motivazione della ragazza era evidente, suscitando in lei una disponibilità mai vista prima ad apprendere e rispettare le regole.
Ad ogni immersione didattica, Chiara ha mostrato sicurezza e capacità di apprendimento delle tecniche subacquee, evidenziando un’ottima acquaticità e una crescente motivazione, un entusiasmo contagioso, trasmesso a tutto il suo team. Lei si è letteralmente tuffata nell’apprendimento delle lezioni teoriche e pratiche anche in mare, insegnate magistralmente da Alberto, che l’ha portata a conseguire il brevetto internazionale HSA.

Complimenti a tutti per l’impegno e un ringraziamento speciale ad Alberto Duchiron di HSA Genova.
Cara Chiara, siamo tutti con te, augurandoti le più belle immersioni nei mari del mondo!

Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili – Handicapped Scuba Association International.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Segreteria HSA Italia (Giuseppina Gazzonis), certificazioni@hsaitalia.it.