Chiederemo il rispetto dei nostri diritti

Verrà ricevuta in audizione domani, 10 maggio, dalla ministra della Salute Beatrice Lorenzin, una delegazione delle Associazioni che ormai da qualche mese sono in prima fila nella protesta riguardante i nuovi LEA Sanitari (Livelli Essenziali di Assistenza), i cui contenuti, secondo tali organizzazioni, danneggiano in modo sostanziale soprattutto i diritti delle persone incontinenti e stomizzate e dei malati oncologici

Beatrice Lorenzin

Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin

«Abbiamo riscontrato innumerevoli anomalie nei nuovi LEA Sanitari (Livelli Essenziali di Assistenziali), che danneggiano in modo sostanziale le persone incontinenti e stomizzate e i malati oncologici. Per questo le chiediamo ufficialmente un’audizione per rimediare a tali dimenticanze e gravissimi errori»: lo avevano scritto nelle scorse settimane i Presidenti di FINCOPP (Federazione Italiana Incontinenti Disfunzioni del Pavimento Pelvico) e AISTOM (Associazione Italiana Stomizzati), rivolgendosi a Beatrice Lorenzin, ministra della Salute, dopo avere prodotto un documento – ripreso dal nostro giornale – elaborato anch’esso insieme ad altre organizzazioni.
Tale richiesta è stata accolta e domani, 10 maggio, parteciperà all’audizione presso il Ministero della Salute una delegazione composta dai rappresentanti delle citate FINCOPP e AISTOM, ma anche della FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), di Federanziani Senior, della FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia), dell’AILAR (Associazione Italiana Laringectomizzati) e dell’AIMAR (AIMAR-Associazione Italiana Malformazioni Ano Rettali).
Per l’occasione verrà consegnato alla ministra Lorenzin un documento (disponibile a questo link), che riprende – aggiornandoli – i contenuti di quello precedentemente prodotto. (S.B.)

Per informazioni e ulteriori approfondimenti: finco@finco.org.

Stampa questo articolo