Meritata visibilità per quel lavoro tra fiori e piante

Nell’àmbito della rassegna “Echi diversi”, un mese di eventi di riflessione e informazione sul tema della disabilità, declinata in tutti i contesti della vita quotidiana, il Comune di Verderio (Lecco) darà spazio nella serata di domani, 11 maggio, anche alla presentazione del “Progetto Chopin: Diversamente Impresa”, meritoria esperienza occupazionale-lavorativa, avviata da alcuni anni in Lombardia, e rivolta a persone con disabilità in uscita dal percorso scolastico o in età adulta, impegnate nella lavorazione, la coltivazione e la vendita di prodotti floreali

Lavoratore con disabilità del "Progetto Chopin"

Uno dei lavoratori con disabilità impegnati nel “Progetto Chopin – Diversamente Impresa”

Nell’àmbito della rassegna Echi diversi – un mese di eventi di riflessione e informazione sul tema della disabilità, declinata in tutti i contesti della vita quotidiana, il tutto organizzato avvalendosi della collaborazione di altri Comuni del proprio Ambito – il Comune di Verderio (Lecco) darà spazio domani, giovedì 11 maggio (Villa Gallavresi, Viale dei Municipi, 20, ore 21), anche alla presentazione del Progetto Chopin: Diversamente Impresa, meritoria esperienza occupazionale-lavorativa, rivolta a persone con disabilità in uscita dal percorso scolastico o in età adulta, impegnate nella lavorazione, la coltivazione e la vendita di prodotti floreali.

Già da noi presentato a suo tempo, Chopin – che può oggi contare sulle sedi operative di Villa d’Adda e Brembate nel Bergamasco, e di Trezzo sull’Adda nel Milanese -, è un’iniziativa condotta dall’omonima Cooperativa Sociale, «per offrire a una serie di persone con disabilità – come è stato spiegato a suo tempo – una concreta opportunità di realizzarsi e di accedere a un percorso di autonomia e inclusione sociale, tramite un’attività occupazionale-lavorativa nel settore florovivaistico». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@progettochopin.it.

Stampa questo articolo