Per un’informazione consapevole e accessibile

È un servizio – “SpazioDisabilità: InFormAzioni Accessibili”, presentato dalla Regione Lombardia, insieme al portale internet “Lombardia Facile” – che oltre a costituire un ottimo esempio di collaborazione tra le varie reti associative, non vuole proporsi come un semplice “sportello informativo”, ma come uno spazio all’interno del quale tutti i soggetti interessati (le persone con disabilità e le loro famiglie, le Associazioni che le rappresentano e le Istituzioni) possano interagire in maniera ottimale, fornendo tutte le informazioni necessarie per meglio aiutare le persone con disabilità

Associazioni coinvolte nel Progetto "Lombardia Facile"

La rete di Associazioni coinvolte nel progetto presentato in Lombardia

Si è avuta qualche giorno fa a Milano, alla presenza degli assessori della Regione Lombardia Francesca Brianza (Reddito di Autonomia, Inclusione Sociale e PostExpo), Giulio Gallera (Welfare) e Mauro Parolini (Sviluppo Economico), la presentazione del Servizio SpazioDisabilità: InFormAzioni Accessibili, servizio informativo della Regione Lombardia dedicato alle persone con disabilità, alle loro famiglie, agli operatori, ai volontari e alle organizzazioni pubbliche e private del settore.
Obiettivo dell’iniziativa è quello di offrire risposte a ogni richiesta sui temi inerenti la disabilità: dalle tematiche giuridiche e legali (invalidità, agevolazioni fiscali, contributi e sostegni economici) ai servizi sanitari e riabilitativi, nonché ai quesiti afferenti la fornitura di protesi e ausili, l’inclusione scolastica e lavorativa, le barriere architettoniche, i trasporti, le opportunità di tempo libero e turismo senza barriere.

SpazioDisabilità si presenta come uno strumento dall’alto “valore aggiunto”, poiché può contare sul contributo delle principali reti associative rappresentanti le persone con disabilità in Lombardia. Accanto infatti all’UICI (Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti), quale capofila, prendono parte al progetto la LEDHA (Lega per i Diritti delle Persone con Disabilità, che costituisce la componente lombarda della FISH-Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), l’AIAS (Associazione Italiana Assistenza Spastici), l’ANFFAS (Associazione Nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e Relazionali), l’ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) e l’ENS (Ente Nazionale Sordi).
Il servizio è rivolto da un lato ai cittadini, favorendo l’individuazione del servizio informativo più vicino o maggiormente adeguato alle loro esigenze, grazie alla Banca Dati dei servizi informativi territoriali, dall’altro lato, alle realtà associative operanti sul territorio regionale, con l’obiettivo di favorirne il coinvolgimento in veste di punti informativi territoriali.

«Oggi – ha dichiarato durante la presentazione l’assessore regionale Brianza – lanciamo questa importante iniziativa, frutto del gioco di squadra tra diversi attori, già esistente, ma completamente rinnovata, perché da qui in avanti si arricchirà di contenuti e di offerte importanti».
Si tratta insomma di un servizio che non vuole proporsi come un semplice “sportello informativo”, ma come uno spazio all’interno del quale tutti i soggetti interessati (le persone con disabilità e le loro famiglie, le Associazioni che le rappresentano e anche le Istituzioni) possano interagire in maniera ottimale, al fine di fornire tutte le informazioni necessarie per meglio aiutare la persona con disabilità.

«Siamo fermamente convinti che un servizio come questo – ha affermato dal canto suo Nicola Stilla, presidente dell’UICI Lombardia – rappresenti un ottimo esempio di collaborazione fra Associazioni di tutela delle persone con disabilità e le Istituzioni. Troppo spesso, infatti, le persone con disabilità vengono considerate solo in quando “pazienti da assistere” e certamente ciò non è positivo. Al contrario, riteniamo che queste ultime siano soggetti pienamente coscienti dei propri doveri all’interno della società, ma anche dei propri diritti. Proprio per questo motivo, servizi come SpazioDisabilità, che hanno come obiettivo quello di diffondere quante più informazioni possibili, hanno delle enormi potenzialità se ben sfruttati. Come UICI, abbiamo sostenuto con convinzione il progetto in tutte le fasi del suo sviluppo e man mano che il tutto prendeva forma, si è rafforzata in tutti noi la consapevolezza di quanto un dialogo sereno e costruttivo con le Istituzioni sia stato il primo tassello per comporre quel mosaico che è il risultato finale».

Come reso noto dalla Regione Lombardia, il progetto si svilupperà attraverso la creazione di un vero sistema territoriale in rete, con la presenza di un esperto presso gli Spazi Regione degli Uffici Territoriali regionali e le tredici antenne territoriali associative (una in ogni capoluogo di Provincia e due a Milano) e la realizzazione e lo sviluppo di Lombardia Facile come portale web universale (in italiano e in inglese), per le informazioni utili al mondo della disabilità in Lombardia. Quest’ultimo costituirà un punto unico di reperimento di tutte le informazioni sui servizi e sull’accessibilità del sistema lombardo, con riferimento a mobilità e turismo, scuola e formazione, lavoro, sport, servizi sociali e sociosanitari, provvidenze, e nei prossimi mesi vedrà aumentare la quantità e la qualità delle informazioni in esso disponibili.
«Il senso del progetto – ha sottolineato ancora l’assessore regionale Brianza – sta tutto in questo nome, Lombardia Facile, che sta ad indicare che non ci devono essere ostacoli, limiti o preclusioni: che sia un sito internet, uno sportello territoriale o uno sportello predisposto dalle tante Associazioni che operano sul territorio che fornisce le informazioni. Lo scopo è sempre lo stesso: facilitare, dare informazioni, dare accessibilità». (Massimiliano Penna)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: spaziodisabilita@regione.lombardia.it.

Stampa questo articolo