Una stanza multisensoriale in grado di dare benessere

«Sarà uno spazio pensato e realizzato al fine di influire positivamente sulla qualità di vita degli oltre settanta bambini e ragazzi nostri ospiti»: viene presentata così la stanza multisensoriale che verrà inaugurata nel pomeriggio di oggi, 15 maggio, dalla Fondazione Renato Piatti, presso il proprio Centro Riabilitativo Semiresidenziale per l’Infanzia e l’Adolescenza di Besozzo (Varese), in coincidenza con la XX Giornata Internazionale della Famiglia, dedicata quest’anno all’educazione e al benessere

Immagine scelta dalla Fondazione Piatti per la locandina dell'inaugurazione della stanza multisensoriale a Besozzo (Varese), il 15 maggio 2017

L’immagine scelta dalla Fondazione Piatti per la locandina dell’inaugurazione della stanza multisensoriale al Centro di Besozzo (Varese)

«Immagina una stanza da sogno, dove rilassarsi e divertirsi, lasciandosi trasportare dai sensi, un ambiente studiato per agire sulle percezioni e sulle emozioni, uno spazio vitale in grado di dare benessere: oggi è realtà»: viene presentata così la stanza multisensoriale, che verrà inaugurata proprio nel pomeriggio di oggi, 15 maggio, dalla Fondazione Renato Piatti, presso il proprio Centro Riabilitativo Semiresidenziale per l’Infanzia e l’Adolescenza di Besozzo (Varese), in Via Pergolesi, 26 (ore 15).

«Sarà uno spazio – spiegano dalla Fondazione Piatti – pensato e realizzato al fine di influire positivamente sulla qualità di vita degli oltre settanta bambini e ragazzi nostri ospiti e nemmeno la data scelta per l’inaugurazione è casuale: oggi, infatti, è la XX Giornata Internazionale della Famiglia, dedicata quest’anno all’educazione e al benessere, temi che si sposano perfettamente con le finalità di questo nostro progetto».

La Fondazione Renato Piatti, lo ricordiamo, è stata costituita nel 1999 a Varese per volontà di alcuni soci dell’ANFFAS locale (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), allo scopo di progettare, realizzare e gestire servizi a favore delle persone con disabilità intellettiva e relazionale e delle loro famiglie.
Attualmente la Fondazione – che è un Ente a Marchio ANFFAS – gestisce 15 unità di offerta nelle Province di Varese e Milano, nelle quali si prende cura di circa 440 persone di tutte le età, grazie all’impegno di oltre 450 tra operatori e volontari. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: comunicazione@fondazionepiatti.it (Benedetta Frattini).

Stampa questo articolo