“Turismi accessibili”: un premio che punta a migliorare i territori

«Con questa iniziativa non vogliamo evidenziare le mancanze, ma mostrare a manager pubblici e privati come l’accessibilità e la comunicazione professionale possano migliorare un territorio e la sua offerta turistico-culturale, con notevoli progressi per la vivibilità delle persone che lo visitano e lo abitano, oltre che con importanti profitti per le imprese»: lo ha dichiarato Simona Petaccia, presidente dell’Associazione Diritti Diretti, durante la cerimonia conclusiva della seconda edizione del concorso “Turismi accessibili: giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere”

Pescara, maggio 2017: premiazione della seconda edizione di "Turismi accessibili"

Foto di gruppo a Pescara per la cerimonia conclusiva della seconda edizione di “Turismi accessibili” (in prima fila al centro Simona Petaccia, presidente dell’Associazione organizzatrice Diritti Diretti)

«Sei vuoi andare veloce, corri da solo. Se vuoi andare lontano, corri insieme a qualcuno»: una frase nota, che a buona ragione si può ritenere come riassuntiva della giornata conclusiva vissuta a Pescara da Turismi accessibili: giornalisti, comunicatori e pubblicitari superano le barriere, l’iniziativa promossa dall’Associazione abruzzese Diritti Diretti e giunta alla sua seconda edizione, rivolgendosi sempre ad articoli, servizi radio-televisivi, spot pubblicitari, video e campagne di comunicazione realizzati dalle categorie indicate nel sottotitolo (giornalisti, comunicatori e pubblicitari, appunto), per raccontare chi sia riuscito a produrre sviluppo socio-economico, unendo i concetti di attrattività, innovazione, estetica e/o sostenibilità alla cultura dell’accessibilità.
Come avevamo segnalato qualche giorno fa, il premio degli esperti è andato all’ISITT (Istituto Italiano per il Turismo per Tutti), per lo spot ove viene raccontato il portale BookingAble e quello del pubblico alla Video Guida LIS – Piattaforma digitale per l’accessibilità ai luoghi culturali e pubblici di Rosanna Pesce, esperta in allestimenti multimediali, che conduce tutti nel Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, tramite un sistema multimediale disponibile su diverse piattaforme digitali, che permette il superamento delle barriere percettive alle persone sorde, migliorando la loro esperienza di visita alla struttura calabrese.

«I veri protagonisti dell’evento – spiega Simona Petaccia, presidente di Diritti Diretti –  sono stati proprio i vincitori, che hanno fatto centinaia di chilometri per essere presenti. Dalla Calabria, infatti, è arrivato Giuseppe Musicò, delegato di Rosanna Pesce, dal Piemonte Paolo Evangelista, delegato di Fabrizio Marta, presidente dell’ISITT. E comunque, in generale, è stato un evento in cui tante forze si sono unite a favore del turismo per tutti, a partire dagli organizzatori della manifestazione Pescara nei Parchi, sviluppatasi in quindici aree verdi del capoluogo adriatico. Da parte nostra, abbiamo sùbito accettato il loro invito, al fine di consegnare i nostri due riconoscimenti nell’àmbito di un evento legato ai parchi della città, anche per poter sottolineare che rendere accessibile un luogo non significa cementificarlo».

«Poi siamo stati lieti – prosegue Petaccia – di annunciare la nostra collaborazione con l’ENS di Pescara (Ente Nazionale Sordi), che condividendo gli obiettivi della nostra iniziativa, ha offerto il servizio di interpretariato in LIS (Lingua Italiana dei Segni) durante la cerimonia. E naturalmente è stato bello vedere un’ottima risposta da parte delle Istituzioni a un’iniziativa come questa, che pure è interamente autofinanziata dalla nostra Associazione. Questa seconda edizione, infatti, ha ottenuto il patrocinio della Presidenza del Consiglio, della Camera dei Deputati, della Regione Abruzzo e della Provincia di Chieti».
Nemmeno alla cerimonia conclusiva di Pescara sono mancati per altro i saluti istituzionali, da parte di Marinella Sclocco, assessore alle Politiche Sociali della Regione Abruzzo (con delega al Terzo Settore e alla Valorizzazione dei Beni Culturali), Tiziana Di Giampietro, consigliera comunale di Pescara (su delega del Sindaco Marco Alessandrini) e Antonio Blasioli, vicesindaco del Comune di Pescara.
«Ai politici presenti – conclude la Presidente di Diritti Diretti – ho spiegato che i princìpi che guidano la nostra Associazione sono sostanzialmente due: positività e professionalità. Per questo Turismi accessibili non vuole evidenziare le mancanze, ma mostrare a manager pubblici e privati come l’accessibilità e la comunicazione professionale possano migliorare un territorio e la sua offerta turistico-culturale, con notevoli progressi per la vivibilità delle persone che lo visitano e lo abitano, oltre che con importanti profitti per il mondo delle imprese». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@dirittidiretti.it.

Stampa questo articolo