Un incontro formativo sul “Dopo di Noi”

Approfondire lo scenario che si è aperto dopo l’approvazione lo scorso anno della Legge 112/16, meglio nota come “Legge sul Dopo di Noi”, e del Decreto Attuativo di essa, in considerazione anche del ruolo riservato alle Regioni in termini di programmazione e di effettiva declinazione degli obiettivi di servizio: sarà questo l’obiettivo dell’incontro in programma per il 7 luglio a Roma, promosso dall’Associazione Nuovo Welfare, nell’àmbito dell’offerta formativa della Scuola del Sociale della Città Metropolitana di Roma

Ombre davanti al sole di ragazzo in carrozzina e di adulto non disabileÈ a partecipazione gratuita, ma richiede l’iscrizione, l’incontro formativo dedicato al cosiddetto “Dopo di Noi”, in programma per il  7 luglio prossimo a Roma (Scuola del Sociale, Via Cassia, 472, ore 9.30-13.30), promosso dall’Associazione Nuovo Welfare, nell’àmbito dell’offerta formativa 2016-2018 della Scuola del Sociale della Città Metropolitana di Roma.

Con tale iniziativa ci si propone segnatamente di approfondire lo scenario apertosi dopo l’approvazione lo scorso anno della Legge 112/16 (Disposizioni in materia di assistenza in favore di persone con disabilità grave prive del sostegno familiare), meglio nota appunto come “Legge sul Dopo di Noi”, e del Decreto Attuativo di tale norma del 23 novembre 2016, in considerazione anche del ruolo riservato alle Regioni in termini di programmazione e di effettiva declinazione degli obiettivi di servizio.
«Un approfondimento particolarmente rilevante – secondo gli organizzatori – per il ruolo che nel futuro scenario assumeranno gli operatori sociali, gli addetti agli sportelli informativi, i leader associativi, i volontari o i soci di organizzazioni del Terzo Settore, ma anche per le nuove opportunità riservate alle persone con disabilità e ai loro familiari. L’impianto complessivo dell’incontro mira infatti a trasferire ai partecipanti conoscenze immediatamente applicabili per il lavoro di supporto e consulenza informativa alle stesse persone con disabilità e ai loro familiari». (S.B.)

Per iscrizioni e per ogni ulteriore informazione, accedere al sito della Scuola del Sociale della Città Metropolitana di Roma.

Stampa questo articolo