Già otto medaglie in due giorni per i trapiantati italiani

«Siamo orgogliosi di coordinare i colori italiani, che hanno da sempre ben figurato in questa manifestazione iridata la quale, pur nell’alto livello agonistico visto fino ad oggi, fonda le proprie radici nella volontà di dare segno concreto del grande successo della donazione di organi e tessuti, gesto che trova una tangibile testimonianza in tutti campi di gara»: così Giuseppe Vanacore, presidente dell’ANED (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto), commenta l’avvio dei Giochi Mondiali per Trapiantati di Malaga, in Spagna, che hanno già visto eccellere gli atleti azzurri

Nazionale Italiana ai Giochi Mondiali per Trapiantati di Malaga, giugno-luglio 2017

La Nazionale Italiana che partecipa in questi giorni in Spagna ai Giochi Mondiali per Trapiantati di Malaga

«Siamo certi che nelle prossime giornate questi speciali ragazzi sapranno regalare altre grandi soddisfazioni, ben sapendo che la prima vittoria per loro è quella di essere presenti, come segno di ringraziamento ai loro donatori e per dimostrare quale grande dono di vita sia il trapianto. La nostra Associazione è orgogliosa di poter fare da coordinatore e portavoce per i colori italiani, che hanno da sempre ben figurato in questa manifestazione iridata la quale, pur nell’alto livello agonistico visto fino ad oggi, fonda le proprie radici nella volontà di dare segno concreto del grande successo della donazione di organi e tessuti, gesto che trova una tangibile testimonianza in tutti campi di gara».
Così Giuseppe Vanacore, presidente dell’ANED (Associazione Nazionale Emodializzati Dialisi e Trapianto), commenta l’avvio dei World Transplant Games (“Giochi Mondiali per Trapiantati”) di Malaga, in Spagna, che hanno visto i portacolori azzurri – coordinati dalla stessa ANED – conquistare già otto medaglie (se ne legga l’elenco nel box in calce).
Il caldo rovente di questi giorni nella città iberica non sembra dunque avere fiaccato gli atleti italiani, provenienti da ogni Regione del nostro Paese.

Apertasi con la classica cerimonia inaugurale il 25 giugno scorso, la manifestazione si protrarrà fino al 2 luglio, con la partecipazione di oltre 2.000 atleti trapiantati (di tutti gli organi e tessuti), arrivati da oltre 50 Paesi del mondo, impegnati in 16 diverse discipline sportive. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa ANED (Enrica Borrelli), enrica.borrelli@mediatyche.it.

Le medaglie conquistate dagli atleti azzurri nelle prime due giornate dei World Transplant Games di Malaga:
° Volley: D’Ambrosio, Minali, Mazzantini, Salton, Mestriner, Perpenti, Ciurluini, Fior, Signorini, Rigo, Bortolato, Panio – Medaglia di bronzo
° 5 km Road Race: Medaglia d’argento per Giovanni Fadda
° Ciclismo a cronometro maschile: Medaglia d’oro per Walter Uccheddu, bronzo per Ermanno Manenti
° Ciclismo a cronometro a squadre maschile: Manenti, Uccheddu, Caredda – Medaglia di bronzo
° Ciclismo a cronometro femminile: Medaglia di bronzo per Sabina Codato
° Dardi singolo femminile: Medaglia d’argento per Sonia Angelini
° Bowling singolo femminile: Medaglia d’oro per Theresia Braun

Stampa questo articolo