Vent’anni da celebrare, guardando ai progetti futuri

Nell’àmbito dei festeggiamenti per il proprio ventennale, il Centro Papa Giovanni XXIII di Ancona – che gestisce appunto dal 1997 servizi per la disabilità, tramite due Centri Diurni e altrettante Comunità Residenziali – ha promosso per il 1° luglio nel capoluogo marchigiano un grande evento solidale, che sarà anche l’occasione per raccogliere fondi utili al nuovo progetto “Casa Sollievo”, con il quale si punta a creare un appartamento di pronta accoglienza, a disposizione di famiglie con un parente disabile

Manifesto dell'evento del 1° luglio 2017 ad Ancona, promosso dal Centro Papa Giovanni XXIIISempre nell’àmbito dei festeggiamenti per il proprio ventennale – ciò di cui abbiamo ampiamente riferito a suo tempo – il Centro Papa Giovanni XXIII di Ancona – che gestisce appunto dal 1997 servizi per la disabilità, tramite due Centri Diurni e altrettante Comunità Residenziali – ha promosso per sabato 1° luglio, presso la propria sede (Via Madre Teresa di Calcutta, 1) un grande evento solidale, che sarà anche l’occasione per raccogliere fondi utili al nuovo progetto Casa Sollievo, con il quale si punta a creare un appartamento di pronta accoglienza con cinque posti letto a disposizione di quelle famiglie con un parente disabile, che siano momentaneamente impossibilitate a prendersene cura. Un’iniziativa innovativa, per rispondere a un’esigenza sempre più sentita nel territorio anconetano.

Ma la serata del 1° luglio (a partire dalle 19) non sarà solo solidarietà, poiché l’intento è quello di coinvolgere la cittadinanza con tanti momenti di buona cucina, allegria e divertimento, grazie, ad esempio, alla comicità di Stefano Ranucci o al ballo e al canto assieme alla band folk popolare dei Folkantina in concerto. (S.G.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Sara Baldi (s.baldi@centropapagiovanni.it).

Stampa questo articolo