La rappresentanza delle persone con disabilità nel Comune di Palermo

Il riconfermato sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha ufficializzato l’istituzione dell’Ufficio del Disability Management all’interno della propria nuova squadra di governo comunale, organismo che sarà impegnato a fianco della Giunta, rapportandosi con i vari settori dell’Amministrazione, innanzitutto proponendo e denunciando ogni eventuale azione in conflitto con la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. A comporlo saranno i referenti di dieci realtà associative che, ciascuna con la propria specificità, operano sul territorio a tutela dei diritti dei cittadini più fragili

Protesta ANFFAS per la scuola a Palermo, ottobre 2015

Immagine di repertorio di una manifestazione di protesta per il diritto allo studio, promossa nell’ottobre del 2015 dall’ANFFAS di Palermo, Associazione che sarà una di quelle rappresentate nel nuovo Ufficio di Disability Management del Comune di Palermo

Mantenendo un impegno assunto in campagna elettorale, il riconfermato sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha ufficializzato la presenza dell’Ufficio del Disability Management all’interno della propria nuova squadra di governo comunale, organismo sostanziato in un tavolo tecnico che sarà impegnato a fianco della Giunta nel condividere «scelte di politica gestionale – come si legge nel documento programmatico – finalizzate a valorizzare la persona con disabilità, adattando l’organizzazione alla migliore accoglienza e gestione dei suoi bisogni, nelle diverse sfere della vita quotidiana».
Allocato all’interno dell’Ufficio di Gabinetto del Sindaco, il Disability Management si interfaccerà con i referenti dei vari settori dell’Amministrazione Comunale, portando le istanze dei cittadini più fragili, ponendo attenzione a tutti gli àmbiti, le fasce sociali e le età, con l’obiettivo principale di promuovere una buona qualità di vita e garantire i diritti di uguaglianza e inclusione sociale.
«I valori fondanti l’azione del nuovo organismo – sottolinea Rocco Di Lorenzo, presidente dell’ARIS (Associazione Retinopatici ed Ipovedenti Siciliani) e dell’UnANPSS (Unione Associazioni No Profit Società e Salute) – saranno dunque la partecipazione attiva, propositiva e di denuncia di eventuali azioni in conflitto con i principi della Convenzione ONU  sui Diritti delle Persone con Disabilità, al fine di favorire l’accessibilità in ogni àmbito, non solo dunque nelle politiche socio-sanitarie, ed essere a tal proposito positivo pungolo per l’Amministrazione».

«Di certo – prosegue Di Lorenzo – all’interno di questo quadro di lavoro sinergico, sarà necessario che il confronto serrato e proficuo parta proprio dall’interno di questo stesso organismo, affinché ciascuno dei suoi componenti possa essere messo nella possibilità di evidenziare le proprie competenze e discutere col gruppo le modalità più opportune per trasferirle in azioni pratiche, oltreché per comprendere in ciascun settore quale sia la rete istituzionale da coinvolgere. È proprio da qui, infatti, che dovrebbe poi espandersi trasversalmente e multisettorialmente, per creare un’interfaccia competente con l’Amministrazione. Lavorando in questa ottica, interlocutore privilegiato nei rapporti tra Assessori e Disability Managment potrebbe essere il cosiddetto “sindaco-ombra”, Fabio Giambrone, attuale presidente della GESAP, la società di gestione dell’Aeroporto di Palermo, che nella nuova Giunta è stato designato quale coordinatore della cabina di regia degli Assessori».
«È intuitivo – conclude il Presidente di ARIS e UnANPSS – come in questo quadro si vada a delineare una rete ben definita, cosicché il nuovo organismo tecnico si porrà anche e soprattutto quale “costruttore di reti”, attivando collegamenti con altre Istituzioni del territorio: infatti, il ruolo attivo di alcuni suoi componenti in seno all’Azienda Sanitaria Provinciale e agli Ospedali, attraverso i Comitati Consultivi Aziendali, e l’essere interlocutori fortemente voluti e a stretto contatto con l’Amministrazione, concorreranno al consolidamento del nuovo organismo nell’area metropolitana. Pertanto, nulla vieta di sperare che tale innovazione e le sue possibilità di ampliare il lavoro di rete possano fungere da esempio e divenire, magari per intercessione dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), una buona prassi da esportare in altri Comuni dell’Isola». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteriaarispalermo@gmail.com.

I dieci componenti dell’Ufficio di Disability Management, nuovo organismo che opererà a Palermo a fianco della Giunta Orlando:
° Fiorella Acanfora, Rete dei CSE (Centri Socio Educativi) per Disabili di Palermo
° Elisa Barraco, Coperativa sociale Parsifal
° Antonio Costanza, ANFFAS Palermo (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale)
° Rocco Di Lorenzo, ARIS (Associazione Retinopatici ed Ipovedenti Siciliani) e UnANPSS (Unione Associazioni No Profit Società e Salute)
° Giulia Di Piazza, Associazione Italiana Imprenditori per un’Economia di Comunione e AVULSS (Associazioni per il Volontariato nelle UnitàLocali Socio Sanitarie), Palermo
° Ninni Gambino, CIP Palermo (Comitato Italiano Paralimpico)
° Marcella La Manna, Associazione Avvocati di Strada
° Sergio Palumbo, ENS Palermo (Ente Nazionale Sordi)
° Francesco Prestigiacomo, Associazione TEACCH House
° Giuseppe Rocca, Associazione Famiglie Persone Down

Stampa questo articolo