Un triciclo studiato per i bimbi con disabilità motorie

«È un progetto inclusivo, studiato per far provare ai bambini con disabilità motorie la gioia di salire su un vero triciclo»: con questa motivazione, la giuria dei “Toys Awards 2017”, iniziativa organizzata dalla rivista «TG – Tutto Giocattoli», ha conferito un premio speciale a “Zero”, triciclo sviluppato specificamente per i bimbi con disabilità motoria, che non ha obiettivi strettamente terapeutici, ma fa parte di quella categoria di prodotti su cui si basa la cosiddetta “Playtherapy” (“terapia del gioco”)

Il triciclo "Zero"

Il triciclo “Zero”, sviluppato per bambini con disabilità motorie

Sviluppato a suo tempo grazie all’aiuto di Fosca Franzosi, docente di Metodologia della Riabilitazione in Età Evolutiva all’Università di Verona e di Matteo Mirandola, laureando in Fisioterapia presso il medesimo Ateneo, si chiama Zero ed è un triciclo destinato a bambini con disabilità motorie, prodotto dall’Azienda Italtrike, impegnata da oltre trent’anni nella realizzazione di tricicli e veicoli su ruote.
Zero non ha obiettivi specificamente terapeutici, ma fa parte di quella categoria di prodotti su cui si basa la cosiddetta Playtherapy (“terapia del gioco”). I suoi componenti sono regolabili, in modo semplice e automatico, al fine di assicurare la posizione migliore del bambino che lo utilizza, con il miglior comfort possibile.
Motivo di grande soddisfazione per Italtrike è stato anche il Premio Speciale Trycicle Zero, recentemente ottenuto nell’àmbito dei Toys Awards 2017, concorso promosso dalla rivista «TG – Tutto Giocattoli». La giuria, infatti, ha ritenuto Zero «un progetto inclusivo, studiato per far provare ai bambini con disabilità motorie la gioia di salire su un vero triciclo». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Barbara Robecchi (barbara@a-marksfactory.it).

Stampa questo articolo