Le tecnologie e il nuovo Nomenclatore Tariffario

«Con questo incontro vogliamo dare un contributo di dibattito e offrire ai cittadini e agli addetti ai lavori un’occasione di conoscenza e confronto su una materia così importante, introducendo un elemento comparativo con i modelli della Sanità di un Paese ad economia forte, quale la Germania»: così la Fondazione Lucia Guderzo presenta il seminario organizzato per il 1° settembre a Castello Tesino (Trento), in collaborazione con la Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino, sul tema “Le tecnologie per la scuola, il lavoro e la vita quotidiana alla luce del nuovo Nomenclatore Tariffario”

Realizzazione grafica con un video sulle ruote«Agli articoli 17 e 18 e all’allegato 12, il Decreto del Presidente del Consiglio del 12 gennaio di quest’anno, che ha definito i nuovi LEA Sanitari (Livelli Essenziali di Assistenza), ha stabilito i criteri di erogazione dell’assistenza protesica e il nuovo Nomenclatore Tariffario delle Protesi. Si tratta di una materia che assume particolare interesse e significato per la vita delle persone con disabilità, ma che nello stesso tempo evidenzia la sua grande complessità organizzativa, data la differente risposta sul territorio ai bisogni di salute. Per questo coniugare risparmio e razionalizzazione della spesa con la qualità dei servizi è un obiettivo importante quanto arduo. Con questo incontro vogliamo dare un nostro contributo al delicato dibattito e offrire ai cittadini e agli addetti ai lavori un’occasione di conoscenza e confronto su una materia così importante, introducendo un elemento comparativo con i modelli della Sanità di un Paese ad economia forte, quale la Germania».
Viene presentato così, dalla Fondazione Lucia Guderzo di Loreggia (Padova), il seminario intitolato Le tecnologie per la scuola, il lavoro e la vita quotidiana alla luce del nuovo Nomenclatore Tariffario, organizzato per venerdì 1° settembre a Castello Tesino, in provincia di Trento (Palazzo Gallo, ore 9.30), in collaborazione con la Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino, Centro di Prevenzione e Riabilitazione Visiva.

Ad aprire gli interventi sarà Maria Teresa Agati Fumagalli, vicepresidente del CSR (Centro Studi e Ricerca) di Confindustria (L’apporto dello sviluppo tecnologico per la qualità della vita e il benessere delle persone disabili: luci e ombre della riforma), seguita da Joachim Lehn, di Reinecker Vision Gmbh, Alsbach-Hanlein (Germania) (Il modello tedesco nella fornitura delle tecnologie compensative), Nadia De Franceschi, avvocato (Il nuovo Nomenclatore Tariffario nei Livelli Essenziali di Assistenza: una prassi tutta da verificare), Luca Zeni, assessore alla Salute e alle Politiche Sociali della Provincia di Trento (Le risposte della Provincia Autonoma di Trento) e Margherita Miotto, deputata, componente della Commissione Salute alla Camera (La scelta del Sistema Sanitario Universale tra ideali di uguaglianza e compatibilità economica). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@fondazioneluciaguderzo.it.

Stampa questo articolo