La domanda per l’Assegno di Cura in Puglia

I cittadini pugliesi con gravissime non autosufficienze potranno effettuare entro il 2 ottobre prossimo la domanda per accedere al relativo Assegno di Cura. Come informa infatti il Comitato 16 Novembre – che si rende anche disponibile a fornire tutte le necessarie informazioni – la Regione Puglia ha destinato a ciò circa 30 milioni di euro, tramite le risorse tratte dal Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze, integrate con quelle del proprio Fondo Regionale destinato a questo àmbito

Persona con disabilità in carrozzina e persona senza disabilitàCome segnala il Comitato 16 Novembre, tutti i cittadini pugliesi con gravissime non autosufficienze potranno effettuare entro il 2 ottobre prossimo (ore 12) la domanda per accedere al relativo Assegno di Cura.
La Regione Puglia, infatti, ha destinato a ciò circa 30 milioni di euro, tramite le risorse tratte dal Fondo Nazionale per le Non Autosufficienze, integrate con quelle del proprio Fondo Regionale sempre destinato a questo settore.
Nel dettaglio, va ricordato che possono accedere all’Assegno di Cura le persone in condizione di gravissima disabilità e non autosufficienza residenti nella Regione Puglia almeno dal 1° gennaio 2017, i quali, al momento della presentazione della domanda, siano beneficiari di indennità di accompagnamento, e abbiano almeno una delle condizioni di non autosufficienza gravissima di cui all’articolo 3, comma 2 del Decreto Interministeriale 2016 sul Fondo per le Non Autosufficienze. È necessario inoltre essere in possesso di una Certificazione ISEE 2017 (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), basata sull’ISEE ordinario o familiare, dalla quale poter estrapolare la componente reddituale, dato che in presenza di un numero di domande più elevato rispetto alle risorse disponibili, verrù considerato come criterio di priorità un punteggio complessivo assegnato al profilo di fragilità socio-economica familiare. (S.B.)

La domanda di cui si parla nella presente nota va presentata entro le ore 12 del 2 ottobre, mediante la piattaforma telematica della Regione Puglia presente a questo link, ma per ogni ulteriore informazione e approfondimento, prendere eventualmente contatto con: comitato16novembre@gmail.com.

Stampa questo articolo