Guardiamoci negli occhi, venticinque anni dopo…

Nel prossimo fine settimana sarà presente in numerose piazze della Capitale, l’AIPD di Roma (Associazione Italiana Persone Down), in occasione della Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down, con una serie di iniziative centrate sul tema “Guardiamoci negli occhi”, «per accettare l’incontro andando al di là dei pregiudizi e degli stereotipi». Ma prima ancora, il 6 ottobre, vi sarà anche una bella serata di festa, per celebrare il venticinquesimo anniversario dalla propria fondazione

Locandina dell'AIPD sul tema "Guardiamoci negli occhi", realizzata per l'8 ottobre 2017«In questi 25 anni il cammino della nostra Associazione non si è mai arrestato. Oggi contiamo su circa 400 soci e siamo una delle oltre 50 Sezioni dell’AIPD Nazionale. La serata del 6 ottobre sarà per noi un’occasione per riflettere su quanto fatto finora, per confrontarsi sull’integrazione delle persone con sindrome di Down nella società, sui rapporti della nostra Aassociazione con l’esterno e, naturalmente, per parlare di sogni e progetti per il futuro».
A dirlo è Catello Vitiello, presidente dell’AIPD di Roma (Associazione Italiana Persone Down), presentando la serata con cui il 6 ottobre quest’ultima festeggerà i venticinque anni dalla propria nascita, che data esattamente al 13 marzo 1992. Si è però voluto attendere un po’ di mesi, per aprire in tal modo il fine settimana coincidente con la Giornata Nazionale delle Persone con Sindrome di Down dell’8 ottobre (di questo evento si legga già anche in altra parte del nostro giornale).

L’iniziativa del 6 ottobre è in programma presso la Sala Congressi del C.A.R. nel Centro Direzionale di Via Tiburtina (ore 20.30), e vi parteciperà anche lo chef stellato Fabio Campoli, consentendo anche ad alcune persone con sindrome di Down di prendere parte a dimostrazioni culinarie.
«Sarà un onore per me e il mio staff – dichiara Campoli – contribuire ai festeggiamenti di un avvenimento così importante e sarà ancor più bello condividere momenti in cucina con i ragazzi dell’Associazione per divertirci e sorridere insieme».

Successivamente, come detto, le iniziative del fine settimana, in numerose piazze della Capitale, centrate sul tema Guardiamoci negli occhi, «con l’obiettivo – come spiegano dall’AIPD romana – di invitare le persone ad andare al di là delle apparenze e dei pregiudizi: occhi diversi, ma tutte persone con le proprie specificità, propri bisogni e proprie ambizioni. Guardarsi negli occhi vuol dire insomma accettare l’incontro andando al di là degli stereotipi».
E vicini all’AIPD – insieme a soci, familiari, operatori e volontari – vi saranno anche alcuni nuovi sostenitori, ovvero il Rotaract, la catena alberghiera Melià e il Gruppo Auchan. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti (e anche per l’elenco delle piazze di Roma dove il 7 e 8 ottobre sarà presente l’AIPD): Ufficio Stampa AIPD di Roma (Alessia Maestà), alessia.maesta@aipd-roma.it.

Stampa questo articolo