Come accogliere turisti con disabilità

Guide e accompagnatori turistici, operatori del turismo e operatori museali: a loro è destinato il corso di formazione sul turismo accessibile, denominato “Accogliere turisti con disabilità: progettare tour e visite guidate accessibili”, in corso di svolgimento in queste settimane presso il Museo Tattile di Varese, «che punta – come spiegano gli organizzatori – a fornire strumenti professionali per progettare tour e visite guidate per tutti, tramite esperienze teoriche e pratiche, che consentano ai partecipanti di conoscere le esigenze delle persone con disabilità»

Fruizione tattile dell'arte

Esempio di fruizione tattile dell’arte, da parte di una persona con disabilità visiva

Guide e accompagnatori turistici, operatori del turismo e operatori museali: sono loro i destinatari del corso di formazione sul turismo accessibile, denominato Accogliere turisti con disabilità: progettare tour e visite guidate accessibili, in corso di svolgimento in queste settimane presso il Museo Tattile di Varese, «che punta – come spiegano gli organizzatori – a fornire strumenti professionali per progettare tour e visite guidate per tutti, tramite esperienze teoriche e pratiche, che consentano ai partecipanti di conoscere le esigenze delle persone con disabilità».

Che cos’è il turismo accessibile e perché rappresenta un’opportunità; programmare tour accessibili per tutti: tempi e percorsi; gestire turisti con disabilità all’interno di una comitiva; progettare tour e visite guidate rivolti a turisti con disabilità; comunicare con tutti: fornire indicazioni, descrivere monumenti a persone con disabilità sensoriale; nozioni di base sulla disabilità visiva, uditiva e motoria: aspetti medici, sociologici e culturali; stereotipi e pregiudizi sulla disabilità; soddisfazione e fidelizzazioni di turisti con esigenze specifiche: sono questi i temi affrontati durante il corso di Varese, avviato il 14 ottobre scorso e che proseguirà domani, 28 ottobre, per concludersi il 4 novembre.

A coordinare l’iniziativa sono due formatori della Cooperativa Sociale Progetto Yeah di Verona (ramo aziendale della Cooperativa Sociale Quid, specializzato nella fornitura di servizi per l’accessibilità e l’inclusione), che vivendo in prima persona una disabilità, coniugano professionalità e competenza all’esperienza personale. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: informazioni@museotattilevarese.it.

Stampa questo articolo