Torna in Lombardia “Happy Hand in Tour” con tanto sport e divertimento

Dopo il successo ottenuto in Sicilia, risale la penisola e arriva in Lombardia, “Happy Hand in Tour”, il ciclo di eventi che da più di due anni sta coinvolgendo migliaia di persone in tanti Centri Commerciali IGD di tutta Italia. Accadrà domani, 28 ottobre, e domenica 29, a Crema (Cremona). In questa seconda stagione, lo ricordiamo, ai tradizionali partner – la Società IGD, la FISH, il CIP e l’Associazione WTKG – si sono aggiunti anche il CSI e l’UISP, per dar vita a tante iniziative di sport e cultura, continuando a trasmettere una nuova cultura sulla disabilità

Logo di "Happy Hand in Tour"Dopo il grande successo ottenuto nelle scorse settimane in Sicilia, a Palermo e a Catania, risale la penisola e torna in Lombardia Happy Hand in Tour, il progetto che tramite lo sport e l’espressione creativo-artistica, trasmette da più di due anni una nuova cultura sulla disabilità, in tanti Centri Commerciali del nostro Paese, per volontà della Società IGD (Immobiliare Grande Distribuzione), della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), oltreché dell’Associazione WTKG (Willy the King Group) e – da quest’anno – di due nuovi importanti partner, quali l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il il CSI (Centro Sportivo Italiano).
Accadrà nel prossimo fine settimana a Crema (Cremona), dove la prima edizione dell’iniziativa aveva già fatto tappa alla fine del 2015 (se ne legga a questo link), facendo registrare una notevole partecipazione.

L’appuntamento è esattamente per domani, sabato 28, e domenica 29 ottobre, al Centro Commerciale Gran Rondò di Crema (Via La Pira), dove verrà allestito un ricco programma, all’insegna soprattutto dello sport e del divertimento, ma anche dell’informazione e della sensibilizzazione.
Se infatti il sabato “calamiterà” tutti i bimbi e i ragazzi verso i giochi e i momenti di intrattenimento proposti dalla Società Okay Animazione, da molti anni specializzata nell’organizzazione di eventi come questo, la giornata di domenica presenterà una vera e propria kermesse di discipline sportive, aperte a persone con e senza disabilità.
Si incomincerà infatti in mattinata, con il minibasket integrato della squadra Le Cince di Crema, praticato cioè da ragazzi con e senza disabilità, per continuare con l’esibizione di minicalcio della Nazionale Italiana di Calcio Amputati.
Quest’ultima, lo ricordiamo, ha la propria sede a Correggio (Reggio Emilia) ed è sorta ormai da alcuni anni, per volontà di Francesco Messori, un ragazzo nato senza una gamba, ma con una grande passione per il calcio. Oggi la squadra – costituitasi sotto l’egida della Presidenza del CSI – fa ufficialmente parte della WAFF, la Federazione Mondiale di Calcio Amputati.
Nel pomeriggio, poi, i protagonisti saranno l’Associazione Sportiva Dilettantistica Il Dosso di Castelleone (Cremona), che curerà attività di minibasket, minicalcio e sitting volley (pallavolo seduta), mentre l’ANFFAS di Crema (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale), in collaborazione con il Tavolo Disability del CSI locale, proporrà dimostrazioni di bocce, minicalcio e vari altri giochi.
La chiusura della manifestazione coinciderà con un momento conviviale offerto dal Centro Gran Rondò.
Da ricordare, infine, che in entrambe le giornate verranno allestite alcune postazioni, con la distribuzione di materiale informativo e la proiezione di videofilmati, a cura della FISH e delle altre organizzazioni promotrici delle varie iniziative.

Vale senz’altro la pena, a questo punto, tornare a sottolineare le cifre riguardanti la prima stagione di Happy Handy in Tour: in dodici mesi, infatti, sono state ben 154 le iniziative in 11 Regioni italiane, con il coinvolgimento di 500 volontari, 200 tra associazioni e gruppi sportivi, culturali e musicali e migliaia di persone ad incuriosirsi e ad appassionarsi. Un grande successo popolare, che ha colto appieno il messaggio culturale basato innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi.
Questo è stato possibile, come detto, innanzitutto grazie alla Società Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce Centri Commerciali su tutto il territorio nazionale. E al fianco di IGD la FISH, Federazione che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie, il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), e l’Associazione WTKG (Willy the King Group), fondata da William “Willy” Boselli, persona con tetraplegia, vero e proprio “veterano” di questo tipo di eventi. Ma anche due nuovi partner come l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano), vale a dire le due Associazioni che maggiormente favoriscono la promozione dell’attività sportiva in Italia.

Da segnalare, infine, che dopo la tappa di Crema, Happy Hand in Tour approderà il 4 e 5 novembre in Romagna ed esattamente al Centro LeMaioliche di Faenza (Ravenna). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: vexillum@libero.it (Francesco Bozzi); presidenza@fishonlus.it (Segreteria Nazionale FISH); simone@okayanimazione.it (Simone Tommolini).

Stampa questo articolo