Conoscere la disabilità nel cinema, conoscere le case famiglia romane

Infatti, il ciclo di film proposto a partire da domani, 17 novembre, da Casa al Plurale – Associazione che coordina le case famiglia per persone con disabilità, minori in difficoltà e donne con bambini in situazioni di grave fragilità sociale di Roma e del Lazio – sarà legato da un unico filo rosso, che è appunto quello della disabilità, ma con diversi modi di viverla, affrontarla e anche comunicarla. L’iniziativa, inoltre, servirà a far conoscere meglio alcune realtà che di Casa Plurale fanno parte, poiché ogni proiezione si terrà in una diversa casa famiglia per persone con disabilità

Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti in "La pazza gioia"

Le attrici Valeria Bruni Tedeschi e Micaela Ramazzotti in una scena della “Pazza gioia” di Paolo Virzì, film che aprirà domani, 17 novembre, il ciclo di film proposti da Casa al Plurale

«Coinvolgere, oltre agli amanti del cinema, tutti coloro che prestano un servizio retribuito o volontario nel campo dell’assistenza a persone con disabilità (strutture di accoglienza, centri diurni, assistenza domiciliare, volontari di associazione) e anche far conoscere le numerose realtà che compongono la nostra Associazione»: viene presentato così, da Casa al Plurale – l’Associazione che coordina le case famiglia per persone con disabilità, minori in difficoltà e donne con bambini in situazioni di grave fragilità sociale di Roma e del Lazio – la bella iniziativa che prenderà il via domani, venerdì 17 novembre, vale a dire un ciclo di film tutti legati al tema delle disabilità, con commenti e riflessioni al termine della visione.
«Ci sarà un unico filo rosso – viene ancora sottolineato da Casa al Plurale -, che è quello della disabilità, ma con infiniti modi di viverla, di affrontarla e anche di comunicarla, come appunto attraverso il linguaggio del cinema».
Il tutto all’insegna di proiezioni itineranti, previste ogni volta in una diversa casa famiglia per persone con disabilità.

Si partirà quindi, come detto, domani, venerdì 17 novembre (ore 18.30, come per tutti gli altri film), con La pazza gioia, presso la Cooperativa Sociale Agorà (Via Antonio Toscani, 99, Roma), per continuare il 15 dicembre con Il condominio dei cuori infranti (Cooperativa Sociale Cecilia, Via Licinio Murena, 36, Roma), il 19 gennaio con Si può fare (Cooperativa Sociale Sant’Onofrio, Via Aristide Gabelli, 36, Roma), il 16 febbraio con The Special Need (Cooperativa Il Tamburo, Via Panaro, 15, Moterotondo), il 16 marzo con Piovono mucche (Comunità Capodarco di Roma, Via Lungro, 3, Roma) e il 20 aprile con Ausmerzen (Opera Don Calabria, Via Giambattista Soria, 13, Roma). (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti (oltreché per verificare eventuali cambiamenti di programma): info@casaalplurale.org (Carmela Cioffi).

Stampa questo articolo