Un giovane podista con autismo, in gara con gli altri

Da sempre attento all’inclusione di tutti i suoi studenti, l’Istituto Tecnico Economico di Porto Viro (Rovigo) ha iscritto ai recenti Campionati Studenteschi Provinciali di corsa campestre un alunno con disturbo dello spettro autistico, che grazie al supporto di un suo compagno di classe e tutor, ha potuto così condividere preziosi momenti di socializzazione, suscitando grande emozione e soddisfazione da parte di tutti i partecipanti, docenti, familiari e organizzatori

Campionati Studenteschi Provinciali di Rovigo, novembre 2017, giovane con autismo e amico tutor

Il giovane studente con disturbo dello spettro autistico, in gara nella corsa campestre ai Campionati Studenteschi Provinciali di Rovigo, insieme all’amico tutor

Nell’àmbito dei Campionati Studenteschi 2017-2018, si è svolta qualche settimana fa a Ceregnano (Rovigo) la fase provinciale rodigina di corsa campestre per le scuole secondarie di primo e secondo grado, presso il locale Centro Sportivo La Marcona.
Tale disciplina permette la partecipazione, in apposite sezioni, anche agli studenti con disabilità, occasione, questa, che non poteva sfuggire all’Istituto Tecnico Economico di Porto Viro (Rovigo), da sempre attento all’inclusione scolastica di tutti i suoi studenti.
Per la prima volta, dunque, nella storia della corsa campestre provinciale, un alunno con disturbo dello spettro autistico si è unito ai propri compagni e con grande emozione e soddisfazione di tutti i partecipanti, docenti, familiari e organizzatori, ha potuto condividere preziosi momenti di socializzazione.
Tutto ciò, per altro, non sarebbe stato possibile senza l’indispensabile supporto di un tutor, il compagno di classe E.Z., uno studente che, con ammirevole senso di solidarietà e sensibilità, si è messo a disposizione dell’amico F.G., permettendogli di superare brillantemente la prova, andando oltre le aspettative.
È stata sicuramente una bella esperienza di inclusione, ma soprattutto l’occasione per F.G. di potersi esprimere e comunicare, a modo suo, belle emozioni, che parlano del senso di libertà della leggerezza dell’anima con la quale si dovrebbe amare la vita sempre. (Daniela Boscolo)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: boscolo.daniela@tin.it.

Stampa questo articolo