“Happy Hand in Tour” a Imola: sport per tutti e una nuova cultura sulla disabilità

Sarà un nuovo fine settimana di grande sport per tutti, informazione e divertimento, quello che domani, sabato 27, e domenica 28 gennaio, segnerà il ritorno a Imola (Bologna) di “Happy Hand in Tour”, il ciclo di eventi che ha già coinvolto decine di migliaia di persone in tanti Centri Commerciali IGD di tutta Italia. Continua dunque a diffondere con successo una nuova cultura sulla disabilità, questa manifestazione, sempre grazie all’impegno della Società IGD, della FISH, del CIP e dell’Associazione WTKG, oltreché, da quest’anno, anche di CSI e UISP

"Happy Hand in Tour", Imola, 12-13 marzo 2016

La postazione della FISH al Centro Commerciale Leonardo di Imola, nel marzo 2016, durante la prima edizione di “Happy hand in Tour”

Sarà un nuovo fine settimana di grande sport per tutti, quello che domani, sabato 27, e domenica 28 gennaio segnerà il ritorno a Imola (Bologna), dopo il grande successo ottenuto nel 2016, di Happy Hand in Tour, il ciclo di eventi che tramite lo sport e l’espressione creativo-artistica, cerca di trasmettere una nuova cultura sulla disabilità, durante una serie di tappe nei centri commerciali del nostro Paese. Il tutto per volontà della Società IGD (Immobiliare Grande Distribuzione), della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e del CIP (Comitato Italiano Paralimpico), oltreché dell’Associazione WTKG (Willy the King Group) e – da questa seconda edizione della manifestazione – di due nuovi partner, ovvero il CSI (Centro Sportivo Italiano) e l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti).

L’appuntamento è dunque al Centro Commerciale Leonardo di Imola (Viale Giorgio Amendola, 129), dove proprio il grande impegno di CSI e UISP consentirà ai presenti con e senza disabilità di vivere varie esperienze emozionanti.
Da segnalare innanzitutto le varie proposte della Polisportiva CSI CLAI, con il sitting volley (pallavolo da seduti) e l’easy volley, derivazione facilitata della pallavolo, adattata ad ogni tipo di disabilità. È un’iniziativa, quest’ultima, organizzata in collaborazione con le PSG Nazionali (Polisportive Giovanili Salesiane), con le quali il CSI sta conducendo un progetto nazionale.
Ampio spazio ci sarà anche per il simply soccer, disciplina calcistica adattata alla disabilità fisica, intellettiva e psichica. In questo caso a fianco della Polisportiva CSI CLAI vi saranno la FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio) Calcio a 5 dell’Emilia Romagna e la Fondazione Vodafone, con la quale è in corso una campagna di raccolta fondi, per avviare l’attività a partire da questo 2018.
Infine, il touch rugby, variante “leggera” del rugby in cui i giocatori sostituiscono il placcaggio con un tocco in qualunque parte del corpo ad una o a due mani.
Per quanto poi riguarda l’UISP la Società affiliata Takeshi, scuola imolese di karate tradizionale shotokan, aprirà a tutti la pratica di questa arte marziale, mentre due tecnici/educatori della tessa UISP informeranno il pubblico sulle varie attività promosse in acqua presso le piscine di Imola.
E da ultimo, ma non certo ultimo, nei pomeriggi di entrambe le giornate la Società Okay Animazione, da molti anni specializzata nell’organizzazione di eventi come questo e già protagonista in numerose tappe di Happy Hand in Tour, coinvolgerà bambini e ragazzi in una serie di giochi e momenti di intrattenimento.
Le organizzazioni promotrici delle varie iniziative allestiranno naturalmente anche una propria postazione informativa, che si affiancherà a quella della FISH.

Durante la prima stagione di Happy Handy in Tour, è sempre opportuno ricordare, sono state ben 154 le iniziative in 11 Regioni italiane, con il coinvolgimento di 500 volontari, 200 tra associazioni e gruppi sportivi, culturali e musicali e migliaia di persone ad incuriosirsi e ad appassionarsi. Un grande successo popolare, che ha colto appieno il messaggio culturale basato innanzitutto sul principio che la disabilità non è dipendenza, né malattia, ma un fatto strettamente connesso all’ambiente, alla cultura e ai pregiudizi. Un successo, inoltre, che nei primi mesi di questa nuova stagione sta via via crescendo.
Questo è stato possibile, come detto, innanzitutto grazie alla Società Immobiliare Grande Distribuzione (IGD), uno dei principali player in Italia nel settore immobiliare della grande distribuzione organizzata, con quotazione in borsa, che sviluppa e gestisce Centri Commerciali su tutto il territorio nazionale. E al fianco di IGD la FISH, Federazione che raggruppa decine di Associazioni di persone con disabilità e delle loro famiglie, il CIP (Comitato Italiano Paralimpico), e l’Associazione WTKG (Willy the King Group), fondata da William “Willy” Boselli, persona con tetraplegia, vero e proprio “veterano” di questo tipo di eventi. Ma anche due nuovi partner come l’UISP (Unione Italiana Sport per Tutti) e il CSI (Centro Sportivo Italiano), vale a dire le due Associazioni che maggiormente favoriscono la promozione dell’attività sportiva in Italia.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti:
presidenza@fishonlus.it; selezione.okayanimazione@gmail.com; elycarleg@hotmail.com; marco.magnani.uisp@gmail.com.

Stampa questo articolo