L’AGSAT diventa riferimento regionale dell’ANGSA per il Trentino-Alto Adige

«Questo riconoscimento nazionale è frutto di anni di lavoro svolto con professionalità e dedizione da tutto il nostro staff sul territorio. Auspichiamo anche che possa essere solo il punto di partenza di nuove prospettive per l’autismo in Trentino Alto Adige»: è con legittimo orgoglio che Sabrina Dalpiaz, direttore organizzativo dell’AGSAT (Associazione Genitori Soggetti Autistici del Trentino), segnala come la propria organizzazione sia divenuta in questi giorni riferimento regionale ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) per il Trentino-Alto Adige

Logo dell'AGSAT (Associazione Genitori Soggetti Autistici del Trentino)«Questo riconoscimento nazionale è frutto di anni di lavoro svolto con professionalità e dedizione da tutto il nostro staff sul territorio, all’insegna di progetti riabilitativi, scolastici e socio-riabilitativi, con un importante lavoro di rete, fondamentale per il benessere dei nostri bambini e ragazzi. Auspichiamo per altro che questo possa essere solo il punto di partenza di nuove prospettive per l’autismo in Trentino-Alto Adige».
È con legittimo orgoglio che Sabrina Dalpiaz, direttore organizzativo dell’AGSAT (Associazione Genitori Soggetti Autistici del Trentino), segnala come la propria organizzazione sia divenuta in questi giorni riferimento regionale ANGSA (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) per il Trentino-Alto Adige, fatto che costituisce l’ideale viatico all’ormai prossima Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: segreteria@agsat.org.

Stampa questo articolo