I disturbi del neurosviluppo e l’importanza della formazione

«Bisogna imparare a fare e a fare bene, a credere nelle potenzialità dei propri figli e a cercare di creare una rete tra genitori, insegnati e operatori sanitari, puntando sulla formazione»: lo ha detto Lucio Moderato, psicologo e psicoterapeuta, che ha condotto i lavori della due giorni di Potenza sul tema “Interventi psicoeducativi per persone con disturbi del neuro sviluppo”, iniziativa promossa dalle Associazioni ANGSA e AST. Grande è stata la partecipazione, da parte delle varie figure chiamate quotidianamente a dare il proprio supporto alle persone con disturbo dello spettro autistico

Lucio Moderato

Lucio Moderato, psicologo e psicoterapeuta, docente all’Università Cattolica di Milano, ha condotto i lavori della due giorni di Potenza

Ha coinvolto circa cinquecento persone, tra insegnanti, operatori sanitari, educatori e psicologi, il seminario svoltosi il 15 e 16 marzo scorsi all’Ospedale San Carlo di Potenza, sul tema Interventi psicoeducativi per persone con disturbi del neurosviluppo.
A condurre i lavori della due giorni – organizzata dall’ANGSA Basilicata (Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici) e dall’AST (Associazione Sclerosi Tuberosa) – è stato Lucio Moderato, psicologo e psicoterapeuta, docente dell’Università Cattolica di Milano.
Per i tanti partecipanti – tutte figure chiamate quotidianamente a dare il proprio supporto alle persone con disturbo dello spettro autistico – si è trattato di un appuntamento che ha fornito numerosi buoni spunti.
«Tra quanto detto da Lucio Moderato – sottolinea Giuliana Lordi dell’ANGSA Basilicata -, mi piace ricordarne in particolare queste sue parole: “Bisogna imparare a fare e a fare bene, a credere nelle potenzialità dei propri figli e a cercare di creare una rete tra genitori, insegnati e operatori sanitari, puntando sulla formazione”». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: angsabasilicata@gmail.com.

Stampa questo articolo