Percorsi accessibili sulle Dolomiti

Ventitré percorsi aperti a tutti, rivolti quindi anche a persone con limitate possibilità motorie (persone con disabilità in carrozzina, ma anche anziani e bambini piccoli), che si snodano tra i nove sistemi dolomitici riconosciuti dall’UNESCO come Patrimonio Naturale dell’Umanità: consiste in questo il Progetto “Dolomiti Accessibili”, promosso dalla Fondazione Dolomiti UNESCO

Persone in carrozzina sulle DolomitiSi chiama Dolomiti Accessibili, il progetto lanciato dalla Fondazione Dolomiti UNESCO, organismo costituito nel 2010 dalle varie Province e Regioni coinvolte, facendo seguito allo specifico impegno preso nei confronti dell’UNESCO di garantire una gestione efficace e coordinata del Bene Dolomiti.
Si tratta di ventitré percorsi aperti a tutti e rivolti dunque alle persone con limitate possibilità motorie (persone con disabilità in carrozzina, ma anche anziani e bambini piccoli), che si snodano tra i nove sistemi dolomitici riconosciuti appunto come Patrimonio Naturale dell’Umanità. La particolare origine e conformazione delle Dolomiti permette infatti a tutti di avvicinarsi alle vette, più che in qualsiasi altro contesto montano.
L’iniziativa è stata sviluppato in collaborazione con gli Enti e le Associazioni del territorio e grazie a un finanziamento erogato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. (S.B.)

Ringraziamo Francesco Giovannelli per la segnalazione.

Tutti i percorsi individuati nell’àmbito del Progetto Dolomiti Accessibili sono stati mappati e descritti e sono disponibili in uno specifico spazio. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@dolomitiunesco.info.

Stampa questo articolo