Il Percorso di Formazione Speciale Chopin

C’è ancora tempo fino al 28 marzo, per iscriversi (gratuitamente) ai quattro incontri del nuovo Percorso di Formazione Speciale Chopin, iniziativa proposta dalla Cooperativa Sociale lombarda Chopin, nell’àmbito del Progetto “Chopin: Diversamente Impresa”, meritoria esperienza occupazionale-lavorativa, rivolta a persone con disabilità in uscita dal percorso scolastico o in età adulta, della quale anche il nostro giornale ha già avuto più volte occasioni di occuparsi

Negozio di Villa d'Adda (Bergamo) del Progetto "Chopin"

Una giovane con disabilità al lavoro, nella fioreria di Villa d’Adda (Bergamo) del Progetto “Chopin: Diversamente Impresa”

C’è ancora tempo fino al 28 marzo, per iscriversi (gratuitamente) ai quattro incontri del nuovo Percorso di Formazione Speciale Chopin, iniziativa proposta dalla Cooperativa Sociale lombarda Chopin, nell’àmbito del Progetto Chopin: Diversamente Impresa, meritoria esperienza occupazionale-lavorativa, rivolta a persone con disabilità in uscita dal percorso scolastico o in età adulta, della quale abbiamo già avuto più volte occasioni di occuparci.
Anche per questo percorso, quindi, gli incontri sono aperti alle famiglie di persone adulte con disabilità e a tutti gli operatori coinvolti nell’attuazione del loro progetto di vita, finalizzato a una maggiore autonomia, realizzazione di sé e inclusione sociale.
A condurre i lavori sarà Lucio Moderato, referente scientifico del Progetto Chopin e direttore dei Servizi per l’Autismo della Fondazione Istituto Sacra Famiglia e i quattro appuntamenti previsti dal calendario sono in programma a Villa d’Adda (Bergamo) per il 21 aprile (Caratteristiche e modalità di funzionamento della persona con disabilità intellettiva) e il 28 aprile (Organizzazione del lavoro con finalità educative e abilitative) e a Trezzo sull’Adda (Milano) per il 5 maggio (Gestione del comportamento disadattivo) e il 12 maggio (Rapporto con la Famiglia). (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo. Per iscrizioni e ulteriori informazioni: segreteria@progettochopin.it.

Stampa questo articolo