Per noi decidiamo noi! Cambiando le prospettive, cambiano le idee

Parla da sé lo slogan della campagna di divulgazione sociale denominata “Sovversivi”, iniziativa lanciata in occasione dell’ormai imminente Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo, dall’Associazione sensibilMente di Olbia, con l’obiettivo appunto di sovvertire lo stereotipo della persona con disabilità che vive ai margini. La campagna affiancherà il progetto “Luogo comune”, che punta a una reale vita indipendente delle persone con disabilità. Due veri “fiori all’occhiello”, per l’Associazione sarda, tra le tante iniziative proposte per questi giorni

Campagna "Sovversivi" dell'Associazione sensibilMente di Olbia

Il manifesto realizzato dall’Associazione sensibilMente di Olbia, con i tre testimonial Davide, Ilaria e Matteo

Si è incominciato ieri, 29 marzo, incontrando la cittadinanza per incominciare a diffondere il progetto di vita indipendente denominato Luogo comune e la campagna di divulgazione sociale Sovversivi. Per tutta la prossima settimana, poi, verranno offerte al territorio una serie di altre iniziative e manifestazioni, a cavallo della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile:
anche quest’anno, dunque, quest’ultimo evento vede particolarmente impegnata l’Associazione sensibilMente di Olbia.

Ma cosa sono esattamente il Progetto Luogo comune  e la campagna Sovversivi? A spiegarlo è Veronica Asara, presiente di sensibilMente: «Luogo comune è il primo progetto di cohousing [residenza condivisa”, N.d.R.] per persone con autismo (successivamente da estendere anche ad altre disabilità), che si sviluppa sul territorio di Olbia e che vorremmo poter attivare entro questo 2018. Si tratta di un “luogo comune” che dovrà essere aperto alla comunità, in cui i ragazzi possano apprendere le autonomie personali, esercitare la loro autodeterminazione e il loro diritto di cittadinanza, così come enunciato dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. Ma anche, su un altro versante, un “luogo comune” contro i luoghi comuni, responsabili, ancora oggi, di molti preconcetti sulle persone con disabilità, considerate come sole destinatarie di decisioni altrui, non protagoniste di scelte rivolte ai modi e ai luoghi di vita, alla realizzazione di passioni e legittime aspirazioni. Un “luogo comune” che sia infine l’antitesi di una concentrazione eccessiva di persone con disabilità, senza la commistione con la comunità, contro la creazione di “recinti” proposti come inclusivi, ma sostanzialmente distanti dalla vera logica dell’inclusione».
L’avvio dell’iniziativa, dunque, è previsto in forma sperimentale con i cosiddetti “weekend di autonomia”, fino a trasformarsi in vera esperienza di vita indipendente, in appartamenti con un massimo di cinque posti, all’interno del perimetro urbano, che ripropongano lo stile di vita familiare. «Con il sostegno dei familiari – aggiunge Asara – la sperimentazione permetterà di approntare piani personalizzati sulle singole persone e sulle peculiarità di ognuno, proiettando il “Dopo di Noi” nel “Durante Noi” e garantendo agli affetti più vicini la piena partecipazione al progetto di vita della persona con disabilità».

Come detto inizialmente, la presentazione di Luogo comune e delle attività legate alla Giornata del 2 Aprile sarà accompagnata dalla campagna di divulgazione sociale Sovversivi ovvero Campagna per l’autodeterminazione delle persone con disabilità, che si avvarrà di tre testimonial,vale a dire Ilaria, schermitrice della Nazionale paralimpica e oggi alle sue prime esperienze come insegnante di scuola dell’infanzia, Matteo, fotoreporter e fotografo ufficiale di molti eventi pubblici cittadini e Davide, studente del liceo artistico, ceramista, illustratore e doppiatore di cartoni animati.
«Tre volti noti – sottolinea la Presidente di sensibilMente -, tre ragazzi che portano avanti le loro passioni, che vivono partecipando attivamente alla vita cittadina, arricchendo la comunità e sovvertendo lo stereotipo della persona con disabilità che vive al margine, subendo scelte fatte da altri per loro conto. “Per noi decidiamo noi! Cambiando le prospettive, cambiano le idee!”: è questo il messaggio dei nostri “sovversivi” un messaggio chiaro e semplice che lanceranno con le attività da loro scelte e che ne caratterizzano la quotidianità».
I manifesti con Ilaria, Matteo e Davide saranno affissi sui muri della città sarda dal 3 al 15 aprile prossimi. (S.B.)

Nella Pagina Facebook dell’Associazione sensibilMente è disponibile il programma completo delle iniziative promosse in occasione della Giornata Mondiale per la Consapevolezza dell’Autismo del 2 Aprile. A questo link, invece, vi è il backstage della Campagna Sovversivi. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: veroasara@gmail.com.

Stampa questo articolo