L’evoluzione della medicina riabilitativa negli ultimi trent’anni

Cosa è cambiato, in medicina riabilitativa, nelle diagnosi, nei trattamenti e nelle prognosi. Ma anche alcuni aspetti specifici di tale disciplina, riguardanti di volta in volta ictus, spasticità, paralisi cerebrali infantili, traumi cranio-encefalici, lesioni midollari o malattie neuromuscolari, trattandone sia le tecniche riabilitative, che gli aspetti etici, le nuove tecnologie per la disabilità, le problematiche psicologiche, i rapporti inter-professionali e la formazione: sarà tutto questo il convegno del 13 aprile a Milano “L’evoluzione della medicina riabilitativa negli ultimi 30 anni”

Seduta di medicina riabilitativa«La tecnologia e i cambiamenti della società, sia economici, che organizzativi e politici, hanno influenzato la tradizionale medicina, ma anche la medicina riabilitativa, nata più recentemente. Per questo, ad un gruppo di riabilitatori esperti, abbiamo chiesto di analizzare e discutere cosa è cambiato, e come, in alcuni àmbiti della medicina riabilitativa, nelle diagnosi, nei trattamenti e nelle prognosi. Ma non solo: i temi che verranno affrontati, infatti, toccheranno aspetti diversi nel vasto settore della medicina riabilitativa (ictus, spasticità, paralisi cerebrali infantili, traumi cranio-encefalici, lesioni midollari, malattie neuromuscolari), estendendosi, oltre alle tecniche riabilitative, anche agli aspetti etici, alle nuove tecnologie per la disabilità, alle problematiche psicologiche, ai rapporti inter-professionali, alla formazione di medici e tecnici della riabilitazione».
Viene presentato così l’interessante convegno intitolato semplicemente L’evoluzione della medicina riabilitativa negli ultimi 30 anni, in programma per venerdì 13 aprile a Milano, presso la sede della Regione Lombardia (Auditorium Testori, Piazza Città di Lombardia, 1, ore 9-19).
A comporne il Comitato Scientifico sono il fisiatra Alberto Lissoni e i tecnici ortopedici Daniele Colombo e Bruno Bassi. (S.B.)

Ringraziamo la Società Cooperativa Spazio Vita Niguarda di Milano per la segnalazione.

A questo link è disponibile il programma completo del convegno. La partecipazione per le persone con disabilità e per i caregiver è gratuita (previa iscrizione contattando l’indirizzo segreteriaorganizzativa@affidabile.it, al quale è anche possibile richiedere ulteriori informazioni).

Stampa questo articolo