Diciassette nuove Bandiere Lilla

Diciassette località di sette diverse Regioni d’Italia, dal Piemonte alla Sicilia, hanno ricevuto nei giorni scorsi a Bologna, durante la manifestazione Exposanità 2018, la Bandiera Lilla, riconoscimento a quei Comuni che si siano distinti per una particolare attenzione nei confronti di un turismo fruibile da parte di tutti, ma anche impegno preciso, da parte delle Amministrazioni premiate, nel miglioramento costante della propria accessibilità

Consegna Bandiera Lilla, Bologna, Exposanità 2018

Foto di gruppo per la consegna a Bologna delle nuove diciassette Bandiere Lilla

Come abbiamo già segnalato più volte ai Lettori, partita alcuni anni fa dalla Liguria, quale simbolo di promozione e incentivazione del turismo fruibile da parte di tutti, e in via di diffusione in tutta Italia, la Bandiera Lilla è rivolta a quelle località del nostro Paese che prestano particolare attenzione a una serie di parametri in questo àmbito.
L’iniziativa nasce dall’omonima Cooperativa Sociale, che grazie a uno specifico Protocollo, rende appunto possibile a Regioni e Comuni italiani di accedere a una valutazione mirata, compilando innanzitutto un questionario, che indaga l’accessibilità delle strutture pubbliche comunali legate al turismo per le varie forme di disabilità. Segue poi un’indagine relativa alla diffusione delle informazioni sull’accessibilità, riguardante in particolare le strutture ricreative, museali, i teatri, le spiagge e le attrezzature sciistiche. Il tutto avvalendosi del patrocinio del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo.

Di diciassette nuovi Comuni nei quali sarebbe sventolata la Bandiera Lilla, avevamo riferito nei giorni scorsi, occupandoci delle iniziative previste all’interno di Exposanità 2018, laMostra Internazionale di Bologna al Servizio della Sanità e dell’Assistenza.
Ecco dunque l’elenco di quei Comuni, appartenenti a sette diverse Regioni: Albisola Superiore (Savona), Albissola Marina (Savona), Auronzo di Cadore (Belluno), Avola (Siracusa), Baveno (Verbano-Cusio-Ossola), Castiglione della Pescaia (Grosseto), Diano Marina (Imperia), Finale Ligure (Savona), Fontanellato (Parma), Levanto (la Spezia), Pietra Ligure (Savona), Santa Margherita Ligure (Genova), San Vincenzo (Livorno), Sirmione (Brescia), Spotorno (Savona), Verbania (Verbano-Cusio-Ossola) e Vicopisano (Pisa).

A conferire i riconoscimenti è stata la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, madrina dell’iniziativa e recente autrice del libro e del documentario Nessuno può volare, basato sul suo viaggio in Italia con il figlio George, affetto da sclerosi multipla (se ne legga anche nel nostro giornale). La stessa Agnello Hornby ha ricevuto una Bandiera Lilla simbolica, così come Francesco Bocciardo, oro paralimpico del nuoto, per l’impegno nel promuovere il tema dell’accessibilità e Claudio Puppo della Consulta Ligure sulla Disabilità, per aver contribuito attivamente alla nascita della Bandiera Lilla.
«Oltre a premiare i Comuni per quanto hanno fatto finora – ha dichiarato a Bologna Roberto Bazzano, presidente della Cooperativa Bandiera Lilla – questo riconoscimento è nato per fornire informazioni gratuite su cosa e come è accessibile. Per questo da oggi sono già disponibili sul nostro sito le informazioni di dettaglio sui luoghi e gli edifici pubblici accessibili di alcuni dei Comuni che hanno ottenuto la Bandiera. I dati cresceranno di settimana in settimana, sia perché l’analisi territoriale viene fatta in modo dinamico e costante, sia perché sono molti i progetti in atto nei Comuni Bandiera Lilla volti a migliorare l’accessibilità. I Comuni stessi, infatti, accettando il riconoscimento, si impegnano a migliorare costantemente il loro livello di accessibilità: è questo che li contraddistingue ed è per questo che Bandiera Lilla lavora».

Al termine della cerimonia, Bazzano ha annunciato che, dato l’elevato numero di richieste, le adesioni resteranno aperte per tutto il 2018. (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione l’Ufficio Stampa di Horus – Exposanità.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: info@bandieralilla.it.

Stampa questo articolo