Tavola rotonda interattiva sulla sclerosi sistemica

Rispetto agli anni scorsi avrà una nuova veste, ma almeno pari importanza, l’XI Convegno/Incontro Medici-Pazienti, promosso dall’AILS (Associazione Italiana Lotta alla Sclerodermia) e in programma per domani, 19 maggio, presso l’Ospedale Gaetano Pini di Milano. Si tratterà infatti di una tavola rotonda interattiva, durante la quale, alla presenza di autorevoli specialisti, si discuteranno una serie di temi suggeriti alla stessa AILS mediante un questionario online, dalle terapie farmacologiche al benessere psicologico, fino alle ulcere sclerodermiche e a molti altri ancora

AILS, 19 maggio 2018, Milano, particolare dell'immagine del manifesto del convegno/incontro

Un particolare dell’immagine scelta dall’AILS per il manifesto dell’incontro di Milano

Rispetto agli anni scorsi avrà una nuova veste, ma almeno pari importanza, l’XI Convegno/Incontro Medici-Pazienti, promosso dall’AILS (Associazione Italiana Lotta alla Sclerodermia) e in programma per domani, sabato 19 maggio, presso l’Aula Panzeri dell’Ospedale Gaetano Pini di Milano (Via Gaetano Pini, 3, ore 10).
Si tratterà infatti di una tavola rotonda interattiva, durante la quale, alla presenza di autorevoli specialisti, si discuteranno una serie di temi suggeriti alla stessa AILS mediante un questionario online, dalle terapie farmacologiche al benessere psicologico, fino alle ulcere sclerodermiche e a molti altri ancora.
Ci saranno dunque reumatologi, un chirurgo vascolare, uno pneumologo, un gastroenterologo, un odontoiatra e uno psicologo, ma anche un esperto in diritti e invalidità, pronti a rispondere alle varie domande che arriveranno dai partecipanti.

La sclerosi sistemica, lo ricordiamo, è una grave malattia cronica e progressiva, ben nota anche come sclerodermia, la cui origine non è ancora del tutto chiara, anche se il meccanismo che la causa è certamente di tipo autoimmune, dovuto cioè a un vero e proprio “impazzimento” del sistema immunitario, che attacca i tessuti sani della persona, con conseguenze potenzialmente devastanti. Oltre alla cute, infatti, vengono colpiti organi vitali quali il cuore, i polmoni, i reni e l’intero apparato gastrointestinale. Le lesioni della pelle sono quindi solo l’aspetto esteriore e più evidente della gravità di una patologia che di fatto riguarda tutto l’organismo. (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo dell’incontro di Milano. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ails@tiscali.it.

Stampa questo articolo