Rendiamo i negozi accessibili a tutti

Presentato nei giorni scorsi a Sassari, il Progetto “Negozio accessibile” si basa su una serie di scivoli amovibili, da collocare a richiesta delle persone con disabilità motoria che si presentino davanti a un negozio. Il tutto accompagnato da una targa adesiva da apporre in vetrina, con la scritta “Esercizio accessibile”. «Oltre a potenziare l’accessibilità dei negozi – spiegano i promotori – vogliamo anche sollevare la questione dell’accesso alle persone con mobilità differente, che rappresentano una cospicua quanto interessante fetta di mercato a cui proporre soluzioni e accoglienza»

Sassari, Progetto "Negozio accessibile", giugno 2018

I promotori del Progetto “Negozio Accessibile”, presentato a Sassari. A destra la targa adesiva rilasciata dalla UILDM di Sassari, partner dell’iniziativa

Merita certamente la maggior visibilità possibile il progetto denominato Negozio accessibile, presentato il 2 giugno scorso presso il Negozio Rodrigo di Sassari.
L’idea è nata dalla collaborazione tra un gruppo di aderenti alla frequentata Pagina Facebook Io compro al CentroSs, e in particolare Pier Giuseppe Canu, Francesca Arcadu, Lucio Nali, Alessandra Bertulu e Maria Bua i quali, partendo da una riflessione sui problemi delle persone con disabilità fisica nell’accedere alle attività commerciali del centro città e sulle difficoltà strutturali all’abbattimento permanente delle barriere architettoniche, hanno pensato di predisporre degli scivoli amovibili, da collocare a richiesta delle persone con disabilità che si presentino davanti a un negozio. Il tutto accompagnato da una targa adesiva da apporre in vetrina, che verrà rilasciata dalla UILDM di Sassari (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare), partner dell’iniziativa, per certificare l’effettiva presenza dello scivolo nell’esercizio.

«Uno scivolo – sottolineano i promotori del progetto – che potrà naturalmente essere utile anche nel caso di persone anziane, genitori con passeggini e a tutte le persone che abbiano una mobilità differente. Nei prossimi giorni, dunque, verranno raccolte le adesioni dei negozi che vorranno partecipare a questo circuito virtuoso e dotarsi di pedana e targa/adesivo, con la possibilità di fornire aiuto nella realizzazione dello scivolo, studiando la soluzione migliore, tenendo presenti le condizioni di accesso al negozio, la profondità del marciapiede e le altre specifiche tecniche da valutare».
«Grazie a questa iniziativa – aggiungono – contiamo di potenziare l’accessibilità degli esercizi commerciali, sollevando al tempo stesso la questione dell’accesso alle persone con mobilità differente, che rappresentano una cospicua quanto interessante fetta di mercato a cui proporre soluzioni e accoglienza. Un segno di civiltà, ma anche di attenzione alla clientela». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uildmsassari@tiscali.it.

Stampa questo articolo