La disabilità e il lavoro in Emilia Romagna

Fare il punto sull’attuazione in Emilia Romagna della Legge 68/99 (“Norme per il diritto al lavoro dei disabili”), alla luce non solo delle modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 151 del 2015, ma anche della riforma di governo regionale e locale introdotta da una Legge Regionale del 2015: sarà questo il principale obiettivo della terza Conferenza Regionale dell’Emilia Romagna per l’Inclusione Lavorativa delle Persone con Disabilità, in programma per oggi, 18, e domani, 19 giugno a Bologna e realizzata con il contributo delle Associazioni di persone con disabilità

Immagine della locandina della terza Conferenza Regionale dell'Emilia Romagna sull'Inclusione delle Persone con Disabilità (Bologna, 18-19 giugno 2018)

L’immagine scelta a corredo della locandina della terza Conferenza Regionale dell’Emilia Romagna sull’Inclusione delle Persone con Disabilità

Organizzata dall’Agenzia Regionale per il Lavoro dell’Emilia Romagna, la terza Conferenza Regionale per l’Inclusione Lavorativa delle Persone con Disabilità, in programma per oggi, 18 e domani, 19 giugno, all’Hotel Savoia Regency di Bologna, sarà il frutto di un percorso partecipato, basato sul contributo delle Associazioni che rappresentano le persone con disabilità, degli Assessorati Regionali con competenze in materia di disabilità, degli Uffici Territoriali dell’Agenzia Regionale per il Lavoro che si occupano di collocamento mirato e della Commissione Regionale Tripartita, sede concertativa di proposta, verifica e valutazione in merito al sistema formativo e alle politiche del lavoro di competenza regionale, composta da rappresentanti delle Associazioni di categoria e dai Sindacati.

Obiettivo dell’incontro sarà innanzitutto fare il punto sull’attuazione in Emilia Romagna della Legge 68/99 (Norme per il diritto al lavoro dei disabili), alla luce non solo delle modifiche introdotte dal Decreto Legislativo 151/15 (attuativo del Jobs Act), ma anche della riforma di governo regionale e locale introdotta dalla Legge Regionale n. 13 del 30 luglio 2015.

I lavori della Conferenza si articoleranno su una sessione plenaria e su tre spazi di approfondimento, dedicati rispettivamente ai seguenti temi: Transizione scuola-lavoro: percorsi di avvicinamento al lavoro dei giovani in uscita da percorsi scolastico/formativi o frequentanti gli ultimi anni delle scuole secondarie superiori; Integrazione tra i Servizi: lavoro, sociale e sanitario; L’inclusione al lavoro e il ruolo delle nuove tecnologie.
In parallelo è previsto un intervento dedicato alle aziende, con le loro rappresentanze e i relativi consulenti, soprattutto per approfondire le novità relative agli obblighi introdotti dal citato ecreto Legislativo 151/15, in particolare sul fronte delle piccole imprese. (S.B.)

A questo link è disponibile il programma completo della Conferenza di Bologna. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Segreteria Organizzativa (confdislavoro@regione.emilia-romagna.it).

Stampa questo articolo