L’impegno costante della FISH Friuli Venezia Giulia

Un Consiglio rinnovato, il saluto del sottosegretario alla Famiglia e alle Disabilità Zoccano e del presidente nazionale della FISH Falabella, e l’auspicio da parte del riconfermato presidente Giampiero Licinio, che «tutte le politiche per la disabilità siano oggetto di un’attenta programmazione da parte delle Amministrazioni e delle Istituzioni preposte»: questi i momenti salienti del Congresso Ordinario della FISH Friuli Venezia Giulia, tenutosi il 16 giugno a Udine

Congresso Ordinario della FISH Friuli Venezia Giulia, 16 giugno 2016

Foto di gruppo al termine del Congresso della FISH Friuli Venezia Giulia

Si è svolto il 16 giugno scorso, presso la sala Giunta del Comune di Udine, il Congresso Ordinario della FISH Friuli Venezia Giulia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap), nel corso del quale è stato eletto il nuovo Consiglio Direttivo, con la conferma alla Presidenza di Giampiero Licinio – che è anche componente della Giunta FISH Nazionale – alla Vicepresidenza di Lorenza Vettor dell’ANFAMIV (Associazione Nazionale Famiglie dei Minorati della Vista)), alla quale si è affiancata come altra Vicepresidente Chiara Santoro (ANFFAS Friuli Venezia Giulia-Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale).
Sono stati riconfermati anche i consiglieri Giorgio Dannisi (Associazione il Melograno), Alberto Volpe (Coordinamento AISM Friuli Venezia Giulia-Associazione Italiana Sclerosi Multipla) e Massimiliano Mauri (Associazione Idea), mentre le novità arrivano dalla nomina di Valter Bevilacqua (APICI Gorizia-Associazioni Provinciali Invalidi Civili e Cittadini Anziani), Stefano Baldini (La Sfida – ENIL Italia-European Network on Independent Living) e Gerardo Napoli (Diritto di Parola).
Revisore dei conti, infine, è stato eletto Stefano Pella, iscritto all’Albo dei Dottori Commercialisti, con la Federazione friulana che ha ringraziato sentitamente il revisore uscente Gabriele Cadelli, per l’importante lavoro svolto e il supporto fornito.
«Si è trattato di un rinnovo di governance – ha sottolineato il presidente Licinio – con il coinvolgimento di Associazioni motivate e presenti sul territorio».

A presiedere la seduta, per decisione unanime del Congresso, è stata Elisa Asia Battaglia, assessore all’Istruzione, alle Pari Opportunità e alle Politiche per il Superamento delle Disabilità del Comune di Udine, da sempre vicina alla FISH Friuli Venezia Giulia, alla quale Licinio ha rivolto a nome di tutti i più sentiti ringraziamenti.
La stessa Battaglia ha aperto il Congresso con un commosso ricordo del compianto presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia Ettore Romoli, distintosi costantemente per la sua vicinanza al mondo della disabilità.
Battaglia ha evidenziato quindi le numerose questioni sulla disabilità che il Comune di Udine dovrà concretamente affrontare per rendere la città friulana veramente accessibile a tutti. In tal senso un fattivo dialogo è già stato avviato con le altre Istituzioni Comunali coinvolte e l’intenzione è certamente quella di ascoltare anche le numerose Associazioni di e per le persone con disabilità. Ha voluto infine ricordare l’impegno speso in qualità di Assessore della Provincia di Udine per diffondere la Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità, un impegno che non mancherà ora, per far sì che la Convenzione stessa venga fatta propria dal Comune di Udine.

Pur non essendo poi fisicamente presente, il presidente nazionale della FISH Vincenzo Falabella ha voluto indirizzare al Congresso un messaggio molto apprezzato, ricordando che egli «guarda sempre ad ogni FISH Regionale come a un importantissimo punto di riferimento per l’attuazione di politiche inclusive per le persone con disabilità a partire dai territori, dalle città e dai quartieri in cui queste vivono ogni giorno».
E altrettanto gradito è stato il saluto che il neoeletto sottosegretario alla Famiglia e alle Disabilità Vincenzo Zoccano ha voluto rivolgere telefonicamente. «Ha preso avvio il governo del cambiamento anche rispetto alla disabilità – ha dichiarato Zoccano – con un Ministero che non vuole essere un ghetto, ma fare da raccordo e da interazione fra tutti gli altri Ministeri che finora non hanno mai dialogato fra loro sulla disabilità, col risultato che lo Stato sarà più vicino e al vero servizio anche dei cittadini con disabilità».
Ha assicurato inoltre che le Associazioni saranno «fra gli interlocutori privilegiati del Ministero e del Governo tutto, dato l’importante ruolo che da sempre ricoprono».

In conclusione Licinio si è nuovamente soffermato sull’impegno lungamente profuso da parte della FISH Friuli Venezia Giulia per l’istituzione dell’Osservatorio Regionale sul Monitoraggio della Convenzione ONU, nonché per risolvere l’ormai nota situazione dei quattro lavoratori con disabilità dell’Area Science Park di Padriciano (Trieste), cui all’inizio del 2016 non era stato rinnovato il contratto [se ne legga ampiamente anche su queste pagine, N.d.R.], auspicando inoltre che «tutte le politiche per la disabilità siano oggetto di un’attenta programmazione da parte delle Amministrazioni e delle Istituzioni preposte». (L.V. e S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: fishfvg@fishonlus.it.

Stampa questo articolo