La discriminazione delle persone con disabilità, questa sconosciuta!

Perché la Legge 67 del 2006 (“Misure per la tutela giudiziaria delle persone con disabilità vittime di discriminazioni”) è ancora poco conosciuta e utilizzata, così come – quasi conseguentemente – continua a restare in ombra il concetto stesso di discriminazione fondata sulla disabilità? Se ne parlerà domani, 20 giugno, ad Ascoli Piceno, nel corso del convegno intitolato appunto “La Legge 67 del 2006. La discriminazione delle persone con disabilità questa sconosciuta”, durante il quale interverranno gli esperti dell’Associazione Coscioni, che spesso si è avvalsa positivamente di quella norma

Realizzazione grafica dedicata alla discriminazioneProprio ieri, nel presentare il convegno intitolato Disabilità: la discriminazione esiste e noi la combattiamo, in programma per il 21 giugno all’Università di Milano, avevamo raccolto le dichiarazioni di Giuseppe Arconzo, docente di Diritto Costituzionale all’Università di Milano e delegato del Rettore per le Disabilità e i DSA (disturbi specifici di apprendimento), che a proposito di quell’appuntamento ne aveva parlo come di una preziosa occasione «per riflettere a tutto tondo sulla Legge 67/06 che ha istituito il concetto stesso di discriminazione fondata sulla disabilità. Una legge di cui probabilmente non sono ancora state completamente esplorate le potenzialità ed è quindi importante comprendere i motivi per i quali questa norma non è ancora così conosciuta e utilizzata a tutela delle persone con disabilità».

Su linee analoghe si muoverà anche il convegno di domani, 20 giugno, ad Ascoli Piceno (Bottega del Terzo Settore, Corso Trento e Trieste, 18, ore 15), intitolato appunto La Legge 67 del 2006. La discriminazione delle persone con disabilità questa sconosciuta, organizzato dall’Ordine degli Avvocati di Ascoli Piceno, insieme all’Associazione Luca Coscioni e in collaborazione con la locale Associazione La Meridiana e con l’APM (Associazione Paraplegici Marchigiani), oltreché con il patrocinio del Comune di Ascoli Piceno.
Dopo i saluti di Guido Castelli e di Donatella Ferretti, rispettivamente sindaco e asssessore alle Politiche Sociali del Comune di Ascoli, a introdurre l’incontro sarà Tommaso Pietropaolo, presidente dell’Ordine degli Avvocati di Ascoli.
Interverranno quindi Alessandro Gerardi, membro del Consiglio Generale dell’Associazione Luca Coscioni (Legge 67 del 2006) e Renato Biondini, segretario della Cellula di Ancona dell’Associazione Luca Coscioni (L’applicazione dei PEBA-Piani per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche nella Regione Marche).

«Attraverso l’applicazione della Legge 67/06 – ricorda Roberto Zazzetti, presidente della Meridiana e dell’APM, oltreché referente per le Marche della FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – l’Associazione Luca Coscioni è riuscita a risolvere molte situazioni sfavorevoli rispetto all’applicazione delle leggi relative all’abbattimento delle barriere architettoniche, che non permettono alle persone con disabilità di accedere a luoghi pubblici o privati, ai posti di lavoro, ai musei e nemmeno di praticare attività sportiva». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: robertozazzetti@alice.it.

Stampa questo articolo