L’accessibilità e l’inclusione nel commercio

Si è concluso qualche settimana fa a Ferrara un ciclo di seminari voluti per affrontare il tema di come le strutture commerciali possano attrezzarsi – tempestivamente e con investimenti possibili – per risolvere le questioni legate all’accessibilità e anche di come possano promuoverle in maniera corretta e adeguata alla clientela. «Creare un’ospitalità accessibile attraverso specifici quanto spesso semplici accorgimenti è un traguardo realmente possibile», ha dichiarato Roberto Vitali, fondatore e presidente della Rete V4A® (Village for all), che è stato uno dei relatori dei seminari

Persone con diverse disabilità nel centro di Ferrara

Persone con diverse disabilità nel centro di Ferrara

Dopo gli incontri di Lido degli Scacchi e di Cento, si è concluso qualche settimana fa a Ferrara un ciclo di seminari voluti principalmente per affrontare il tema di come le strutture commerciali possano attrezzarsi – tempestivamente e con investimenti possibili – per risolvere le questioni legate all’accessibilità e anche di come possano promuoverle in maniera corretta e adeguata alla clientela.
“Motore” dell’iniziativa è stato l’EBiTer (Ente Bilaterale del Terziario), composto dall’ASCOM Confcommercio di Ferrara e dalle principali sigle sindacali del settore, con il supporto organizzativo dell’ISCOM (ente formativo dell’ASCOM).

Tra i relatori intervenuti ai seminari, vi è stato anche Roberto Vitali, fondatore e presidente di V4A® (Village for all), la nota rete specializzata in “turismo accessibile” che dal 2008 assiste le imprese, gli enti pubblici e privati e le associazioni in tutte le attività legate a questo particolare comparto, conferendo alle strutture dell’ospitalità e a quelle del commercio il proprio marchio dedicato all’accoglienza ospitale.
«Creare un’ospitalità accessibile attraverso specifici quanto spesso semplici accorgimenti tecnici e strutturali – ha dichiarato Vitali a conclusione del ciclo di seminari – è un traguardo realmente possibile. Con questi incontri di Ferrara e Provincia, abbiamo proseguito il lavoro iniziato nel 2013 con il Progetto Ri-muoversi in Centro!, ideato e voluto dall’ASCOM Confcommercio di Ferrara, con il sostegno del Comune e il finanziamento dalla Regione Emilia Romagna. Si tratta per altro di un lavoro di sensibilizzazione e informazione che proseguiamo a tutti i livelli nazionali ed internazionali».
«Ricordo – aggiunge – che in Europa i turisti con bisogni specifici e disabilità (temporanee, psicofisiche) sono stimati in 127 milioni (circa un miliardo a livello mondiale). In Italia le stime parlano di circa 10 milioni. In definitiva si tratta di un ampio mercato da affrontare con professionalità e sensibilità». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: r.vitali@villageforall.net.

Stampa questo articolo