Assistenza specialistica: la Regione Lazio accoglie le richieste di FISH e FAND

Soddisfazione viene espressa dalle Federazioni FISH Lazio e FAND Lazio, che hanno visto la Regione Lazio accogliere le loro richieste, producendo una nuova Determinazione sull’Assistenza Specialistica in favore delle persone con disabilità e in situazione di svantaggio, per l’anno scolastico 2018-2019, con la quale si è data maggiore attenzione agli alunni con disabilità in possesso di certificazione, ai sensi della Legge 104

Particolare di bimbo a scuola che disegna con una matitaNei giorni scorsi la Regione Lazio ha proceduto all’annullamento dell’Avviso Pubblico sullAssistenza Specialistica in favore delle persone con disabilità e in situazione di svantaggio, per l’anno scolastico 2018-2019, producendo una nuova Determinazione (G08891 del 13 luglio e relativo Allegato 1 bis), che ha sostituito integralmente il precedente documento, i cui contenuti – come avevamo ampiamente riferito qualche settimana fa – erano stati fortemente contestati dalla FISH Lazio (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e dalla FAND Lazio (Federazione tra le Associazioni Nazionali delle Persone con Disabilità), durante un confronto con la Direzione Regionale Formazione, Ricerca e Innovazione, Scuola e Università, Diritto allo Studio.

Come si legge in una nota diffusa congiuntamente dalle due Federazioni, «il nuovo testo dell’Avviso – modificato anche a seguito dell’incontro tra i nostri rappresentanti e Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Giunta Regionale del Lazio e assessore alla Formazione, prevede alcune importanti specifiche riferite alle principali criticità da noi sollevate, in particolare alla parte relativa all’individuazione dei destinatari dei servizi di assistenza, le persone con disabilità e in situazione di svantaggio. La nuova Determinazione, infatti, ha introdotto un criterio di priorità non presente nel precedente Avviso, stabilendo che “destinatari in via prioritaria del progetto di inclusione e della relativa assistenza specialistica sono gli studenti con disabilità certificata, ex L. 104/92, che frequentano le Istituzioni Scolastiche/Formative del secondo ciclo di istruzione, e in secondo luogo gli studenti in situazioni di grave svantaggio”. Nei progetti presentati, quindi, dovrà essere specificatamente indicata l’attribuzione di priorità degli interventi agli allievi con certificazione di cui alla Legge n. 104 del 5 febbraio 1992, articolo 3, commi 1-3, e il rispetto di tale priorità andrà a costituire criterio di valutazione dell’intervento presentato».

«Con tali integrazioni – concludono FISH Lazio e FND Lazio – la Regione ha deciso pertanto di dare maggiore attenzione agli alunni con disabilità in possesso di certificazione, accogliendo di fatto le nostre istanze congiunte, oltre a rinviare anche il termine di scadenza per la presentazione delle proposte progettuali al 20 luglio prossimo». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: ufficiostampa@fishlazio.it.

Stampa questo articolo