La forza e l’umanità di Edi Fuart

«Edi era un profondo conoscitore dei diritti delle persone con disabilità e aveva raccolto, con determinazione e coraggio, la difficile sfida di portare avanti tematiche nazionali in un territorio dove la disabilità era rappresentata fino a quel momento solamente a livello locale»: così Giampiero Licinio e Lorenza Vettor, presidente e vicepresidente della FISH Friuli Venezia Giulia, ricordano Giuliano “Edi” Fuart, scomparso nei giorni scorsi, che di quella Federazione Regionale era stato il primo presidente, oltre a presiedere l’ANFFAS Friuli Venezia Giulia

È mancato il 26 agosto scorso Giuliano “Edi” Fuart, già primo presidente della FISH Friuli Venezia Giulia (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) e attuale presidente dell’ANFFAS Friuli Venezia Giulia (Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale).
Nel manifestare la nostra vicinanza a familiari e amici di Fuart, diamo ben volentieri spazio al seguente ricordo, ricevuto da Giampiero Licinio e Lorenza Vettor, rispettivamente presidente e vicepresidente della FISH Friuli Venezia Giulia.

3 luglio 2013: nascita della FISH Friuli Venezia Giulia (foto di Corrado Mischis)

La bella foto di gruppo scattata il 3 luglio 2013, giorno della nascita della FISH Friuli Venezia Giulia. Edi Fuart (terzo da sinistra in prima fila) è a fianco di Pietro Barbieri (quarto da sinistra), allora presidente nazionale della FISH (foto di Corrado Mischis)

Domenica 26 agosto è venuto a mancare Edi Fuart, primo presidente della FISH Friuli Venezia Giulia dall’atto della sua fondazione, avvenuta nell’estate del 2013 [se ne legga anche su queste pagine, N.d.R.], con i “classici” obiettivi della Federazione, ovvero da una parte la tutela e la promozione dei diritti delle persone con disabilità, dall’altra la diffusione di una cultura nuova sulla disabilità, tramite iniziative di sensibilizzazione, informazione, formazione e ricerca.
In questa sua attività, Edi ha raccolto, con determinazione e coraggio, una sfida non certo facile, con l’impegno di portare avanti tematiche nazionali in un territorio dove la disabilità era rappresentata fino a quel momento solamente a livello locale. Aveva infatti intuito – prima di molti altri e da abile stratega e profondo conoscitore dei diritti delle persone con disabilità -, la necessità sia di un rapporto diretto con i vertici nazionali della FISH, sia di una rappresentanza del Friuli Venezia Giulia nella FISH nazionale, onde evitare l’isolamento di una piccola e nuova realtà federata.
Attuale presidente dell’ANFFAS Friuli Venezia Giulia, Edi si è altresì adoperato moltissimo nella nostra Regione e non solo, per diffondere la filosofia del cosiddetto “Dopo di Noi”.
Nell’esprimere il nostro più profondo cordoglio e manifestare la nostra sentita vicinanza a Cristina, Francesca e ai collaboratori dell’ANFFAS di Udine e dell’ANFFAS Friuli Venezia Giulia, vogliamo ricordare Edi semplicemente come una persona sempre attenta, disponibile nel cercare forze nuove e pronta a farsi da parte per lasciare spazio ad altri.

Giampiero Licinio e Lorenza Vettor – presidente e vicepresidente della FISH Friuli Venezia Giulia

La FISH Friuli Venezia Giulia informa che «tutti coloro che vorranno dare un ultimo saluto ad Edi Fuart potranno farlo con una cerimonia laica che avrà luogo giovedì 30 agosto (ore 17) a Tarcento, presso le Onoranze Funebri Benedetto (Via Udine, 35)».

Stampa questo articolo