Da quarantacinque anni al servizio delle persone stomizzate

Corsi d’informazione e gazebo in tante piazze italiane, per tante iniziative dedicate alle persone stomizzate, a coloro che le assistono (caregiver) e agli operatori della salute, nonché a tutti i cittadini sensibili a tali problematiche: così domani, 6 ottobre, l’AISTOM (Associazione Italiana Stomizzati), la più antica Associazione nazionale delle persone stomizzate, che compie quarantacinque anni, si impegnerà in occasione della Giornata Mondiale dello Stomizzato

Il logo della Giornata Mondiale dello Stomizzato del 6 ottobre (“World Ostomy Day”)

Domani, 6 ottobre, sarà la Giornata Mondiale dello Stomizzato (World Ostomy Day), dedicata cioè alle persone con stomia, deviazione di parte dell’intestino sull’addome dove viene applicata una sacca di raccolta. Si tratta di un problema che interessa oggi circa 80.000 persone nel nostro Paese.
Per l’occasione, l’AISTOM, l’Associazione Italiana Stomizzati fondata nel 1973, promuoverà una serie di corsi d’informazione, oltre ad essere presente in numerose piazze italiane, con altrettanti gazebo informativi. Saranno iniziative segnatamente dedicate alle persone stomizzate, a coloro che le assistono (caregiver) e agli operatori della salute, nonché a tutti i cittadini sensibili a tali problematiche.
«Quest’anno – spiegano dall’Associazione – si concentrerà in particolare l’attenzione sui benefìci dell’alimentazione e della dieta mediterranea, sulla corretta attività fisica e sulla qualità della vita dei portatori di stomia, oltreché sui PDTA (Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali). Sarà in ogni caso un intreccio di cultura e momenti ludici, di salute e degustazione di prodotti tipici, potrà contare, in ogni sede prevista, sulla presenza di infermieri/stomaterapisti, nutrizionisti, medici e fisioterapisti, che forniranno indicazioni specifiche, anche con attività pratica».

Queste, in sintesi, le città italiane coinvolte nella Giornata Mondiale di domani: Bari (sede nazionale dell’AISTOM); Agrigento (Centro Commerciale Le Vigne); Caltanissetta (Casa delle Culture e del Volontariato); Carpi, in provincia di Modena (Villa Chierici); Chioggia, in provincia di Venezia (Corso del Popolo); Ferrara (Cittadella San Rocco), Napoli (Museo delle Arti Sanitarie e Farmacia Storica – Ospedale Incurabili); Oristano (Centro Commerciale Porta Nuova); Pietrelcina, in provincia di Benevento (Confraternita di Misericordia Padre Pio Pietrelcina); Siracusa (Via dell’Apollonion); Treviglio, in provincia di Bergamo (Piazza Manara); Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria (Aula Magna dell’Istituto Comprensivo Giovanni XXIII) (sugli eventi di Pietrelcina e Villa San Giovanni, si legga un approfondimento rispettivamente a questo e a questo link).
A Roma, invece, l’appuntamento è per il 24 ottobre, presso la Fondazione 3M, con un incontro particolarmente interessante, centrato sulla donna, intitolato Le donne stomizzate nel Terzo Millennio. AISTOM Donna con le donne per le donne.
Tutte queste iniziative, infine, costituiranno anche una bella occasione per festeggiare i 45 anni dell’AISTOM con una serie di momenti conviviali.

L’AISTOM, fondata come detto nel 1973, è la più antica Associazione delle persone stomizzate, che ne tutela i diritti, battendosi inoltre per gli indispensabili dispositivi medici. Fa parte dell’EOA (European Ostomy Association), che aderisce all’ECPC (European Cancer Patients Coalition). Aderisce inoltre alla FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) ed è fondatrice della FAVO (Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia).
Attraverso vari centri affiliati e stomaterapisti competenti, l’Associazione fornisce su tutto il territorio nazionale assistenza sanitaria, assistenza e consulenza protesica, consulenza psicologica, avvio a pratiche riabilitative (irrigazione per i colostomizzati, diete) rilascio delle certificazioni mediche, controllo nel tempo, consulenza legislativa e naturalmente informazioni inerenti la vita dell’Associazione stessa, grazie anche all’invio del «Giornale d’informazione AISTOM» e al numero verde 800 675323. Ha pubblicato inoltre vari testi e opuscoli, a divulgazione sempre gratuita, e organizza corsi, incontri e congressi centrati sulla formazione e l’informazione.
Tra questi ultimi, vanno segnalati in particolare le due Scuole nazionali di formazione, una in Stomaterapia e l’altra in Vulnologia, per il perfezionamento nella gestione delle lesioni. A tal proposito va ricordato che quest’anno la Scuola Nazionale di Stomaterapia AISTOM è in programma a Milano, presso l’Ospedale Niguarda, con i due moduli di teoria nei mesi di novembre e dicembre prossimi, e l’esposizione. La parte pratica, invece, si svolgerà presso vari ambulatori accreditati presenti su tutto il territorio nazionale. (S.B.)

Per ogni ulteriore informazione e approfondimento: aistom@aistom.org (Stefania Tamma).

Sempre per domani, 6 ottobre, ricordiamo anche l’iniziativa promossa dalla FAIS (Federazione Associazioni Incontinenti e Stomizzati) presso la Reggia di Caserta, con la distribuzione omaggio del volume Le cento ricette per vivere al meglio, proposto dall’Azienda B. Braun, che raccoglie ricette proposte dalle stesse persone con stomia, con i consigli di un medico nutrizionista e di uno chef.

Stampa questo articolo