Le emozioni dei ragazzi con disabilità uditiva trasformate in immagini

Il cortometraggio animato Il punto d’incontro è stato realizzato per trasformare le emozioni in immagini e raccontare il mondo attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi con disabilità uditiva che partecipano a “Hey ti voglio raccontare… Laboratorio di storytelling per ragazzi sordi”, iniziativa dell’APIC (Associazione Portatori Impianto Cocleare) e della Fondazione Akusia, rivolta ai giovani delle scuole di Torino e Provincia. Il video verrà presentato il 28 ottobre al Museo Nazionale del Cinema di Torino, durante l’evento-concerto “Musica per tutti i sensi. #Soundframes”

Manifesto dedicato al corto "Il punto d'incontro"

Il manifesto dedicato al corto “Il punto d’incontro”

Si chiama Il punto d’incontro ed è un cortometraggio animato realizzato per trasformare le emozioni in immagini e raccontare il mondo attraverso gli occhi di un gruppo di ragazzi con disabilità uditiva che partecipano a Hey ti voglio raccontare… Laboratorio di storytelling per ragazzi sordi, rivolto ai giovani delle scuole medie e superiori di Torino e Provincia.
Giunta già alla terza edizione, e puntualmente seguita anche dal nostro giornale, quest’ultima iniziativa, che ha ottenuto ottimi risultati, si svolge in orario extrascolastico ed è dedicata appunto al racconto, tramite diversi strumenti narrativi (fumetto, storia, fotoromanzo), per stimolare nei giovani sordi il piacere di leggere e di raccontare (e raccontarsi), in un ambiente diverso da quello familiare e scolastico. Il tutto attraverso lavori e discussioni di gruppo, giochi interattivi e attività teatrali, nonché tramite l’utilizzo di materiali realizzati dagli stessi partecipanti insieme agli operatori.

Il punto d’incontro è opera dell’APIC di Torino (Associazione Portatori Impianto Cocleare) e della Fondazione Akusia – i medesimi promotori di Hey ti voglio raccontare… – e si avvale della collaborazione del Servizio Passepartout del Comune di Torino, dell’Associazione Torino + Cultura Accessibile e dei Servizi Educativi del Museo Nazionale del Cinema.
Il corto verrà per la prima volta presentato il 28 ottobre, durante l’evento-concerto intitiolato Musica per tutti i sensi. #Soundframes, in programma presso l’Aula del Tempio della Mole Antonelliana di Torino (ore 18), iniziativa progettata in collaborazione con Seeyousound International Film Festival e con l’ENS (Ente Nazionale Sordi).
Per l’occasione protagonista della serata sarà Margherita Vicario, cantautrice, attrice teatrale e cinematografica che spazia dai film di Woody Allen alle serie TV RAI, mentre ad aprire il concerto sarà Brazzo, il primo rapper sordo in Italia, che sin dal suo primo singolo (Sono sordo) è impegnato a sensibilizzare il pubblico sui diritti delle persone sorde.
Prima del concerto sarà possibile inoltre visitare la mostra SoundFrames. Cinema e musica in mostra, accessibile con audioguida e video LIS (Lingua dei Segni Italiana) di introduzione alle sezioni espositive.

In conclusione, nel ringraziare il Museo Nazionale del Cinema «che con i suoi Servizi Educativi ha reso possibile chiudere alla grande la stagione 2017-2018 di Hey ti voglio raccontare…», il presidente dell’APIC Paolo De Luca informa anche che dal 29 ottobre sarà possibile visionare Il punto d’incontro nel sito della propria Associazione. Grazie inoltre all’interessamento di Torino + Cultura Accessibile e di GTT (Gruppo Torinese Trasporti), in quella stessa data il corto verrà diffuso nelle stazioni della Metropolitana di Torino. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: paolo.deluca@apic.torino.it.

Stampa questo articolo