- Superando.it - http://www.superando.it -

Una tutela sanitaria a sostegno delle persone con sclerosi multipla

Cinzia Cardia

Cinzia Cardia, donna con sclerosi multipla, è stata tra le persone protagoniste di una delle campagne (“Benvenuta Gardensia!”) promosse dall’AISM in questo 2018, che coincide con il cinquantesimo anniversario dalla fondazione dell’Associazone

«L’accesso senza discriminazione e in condizioni di parità e uguaglianza anche a sistemi di welfare integrativo è un diritto affermato dalla Convenzione ONU sui Diritti delle Persone con Disabilità. In tal senso, la nostra Associazione vuole garantire il proprio impegno per far sì che le persone con sclerosi multipla non debbano essere escluse a priori da nessuna forma di tutela».
Così l’AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) – che vive in questo 2018 il cinquantesimo anniversario dalla propria fondazione – presenta il progetto pilota di welfare integrativo, riservato per il momento ad alcune Province della Lombardia (Milano, Monza, Brianza e Como), avviato con la Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, la più grande tra le realtà italiane che operano nel campo della mutualità integrativa sanitaria, con sede storica a Milano, ma presente in tutte le Regioni italiane, con diciannove sedi e numerosi altri sportelli.
Obiettivo dell’iniziativa è sostanzialmente quello di offrire alle persone con sclerosi multipla l’accesso a pacchetti di tutela in àmbito di salute di tipo mutualistico, dai farmaci alla riabilitazione.

Il progetto verrà pubblicamente presentato il prossimo 8 novembre (ore 11), presso la Sala Liberty-Osteria del Treno di Milano, con l’intervento di Armando Messineo, presidente Nazionale della Società di Mutuo Soccorso Cesare Pozzo, Paolo Bandiera, direttore degli Affari Generali AISM e Roberta Amadeo, past president nazionale dell’Associazione e attuale presidente dell’AISM di Como. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Ufficio Stampa e Comunicazione AISM (Barbara Erba), barbaraerba@gmail.com.