Nuove opportunità per la disabilità evitabile e per una vita senza barriere

Vari progetti innovativi, altrettante “buone pratiche” e nuovi dispositivi per le persone con disabilità animeranno il 9 novembre a Udine l’importante convegno nazionale intitolato “Oltre la domotica 2018-2030. Quali nuove opportunità per la disabilita evitabile e per una vita senza barriere?”, appuntamento che guarda a una finalità ben precisa, quella cioè di realizzare una migliore qualità della vita e una maggiore accessibilità e fruibilità del territorio per tutte le persone

Locandina del convegno del 9 novembre 2018 a UdineÈ in programma per venerdì 9 novembre a Udine (Auditorium Comelli della Regione Friuli Venezia Giulia, Via Sabbadini, 31, ore 9-18), l’importante convegno nazionale intitolato Oltre la domotica 2018-2030. Quali nuove opportunità per la disabilita evitabile e per una vita senza barriere?, incontro promosso da Federsanità di ANCI Friuli Venezia Giulia (Associazione Nazionale Comuni Italiani), dall’EGAS Friuli Venezia Giulia (Ente per la Gestione Accentrata dei Servizi Condivisi), dall’ASUIUD (Azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine), dal Centro Collaboratore Italiano dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per le Classificazioni Internazionali della Regione Friuli Venezia Giulia, dal CRIBA FVG (già Centro Regionale d’Informazione sulle Barriere Architettoniche e oggi Centro Regionale d’Informazione sul Benessere Ambientale del Friuli Venezia Giulia), dalla Consulta Regionale delle Associazioni di Persone Disabili e delle loro Famiglie del Friuli Venezia Giulia, dagli Ordini Professionali degli Ingegneri, degli Architetti e degli Assistenti Sociali, insieme ad altri partner ancora.

«Per l’occasione – si legge nella presentazione del convegno – verrà dato spazio a progetti innovativi e “buone pratiche”, a cura di esperti dell’Università di Udine, delle Aziende Sanitarie Universitarie Integrate di Udine e Trieste, dell’AAS 5 (Azienda per l’Assistenza Sanitaria) Friuli Occidentale e dell’Istituto “Gervasutta” di Udine, del CRIBA FVG, dell’Azienda Pubblica Servizi alla Persona ITIS di Trieste, dei Comuni di Trieste, Tavagnacco, Monza e altri. Si parlerà, inoltre, delle tematiche legate alla progettazione urbanistica, edilizia e oggettuale, rispettosa dei bisogni di tutti. La finalità è quella di realizzare insieme una migliore qualità della vita e una maggiore accessibilità e fruibilità del territorio per tutte le persone. E da ultimo, ma non ultimo, verranno presentati nuovi dispositivi per le persone con disabilità, le migliori soluzioni architettoniche che utilizzano l’intelligenza artificiale, le ultime applicazioni che, tramite cellulare, assistono a vario titolo le persone più vulnerabili, insieme alle famiglie anziane, spesso “monocomponenti”». (S.B.)

A questo link è disponibile un opuscolo con il programma completo e altri approfondimenti sul convegno di Udine. Per ulteriori informazioni e approfondimenti: federsanita@anci.fvg.it; criba@criba-fvg.it.

Stampa questo articolo