- Superando.it - http://www.superando.it -

Entriamo nel mondo della lettura accessibile

Reading al buio alla Fondazione LIA di Milano

Un Reading al buio alla Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili) di Milano

Anche quest’anno la Fondazione LIA (Libri Italiani Accessibili) sarà presente nei prossimi giorni a BookCity Milano, la manifestazione dedicata al libro, in programma nel capoluogo lombardo da domani, giovedì 15 novembre a domenica 18, che si svolgerà per la città attraverso incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli e seminari.
A tal proposito, con gli eventi pensati per l’occasione da LIA si intende per coinvolgere il pubblico di tutte le età nel mondo della lettura accessibile.

La prima iniziativa è in programma già domani, 15 novembre (Museo della Scienza e della Tecnica-Cenacolo, Via San Vittore, 21, ore 9.30-11.30), e sarà il Reading al buio rivolto a bambini e ragazzi, intitolato Gli occhi nelle mani, organizzato in collaborazione con la casa editrice Salani, per le scuole aderenti all’iniziativa.
Durante l’incontro verranno letti alcuni brani del nuovo libro di Giuseppe Festa Cento passi per volare (Salani, 2018).

Venerdì 16, quindi, LIA presenterà la mostra fotografica Insegnami a leggere liberamente (Università Bocconi, Residenza Isonzo, Viale Isonzo, 21, ore 14-20), realizzata in collaborazione con BPA, l’Associazione Studentesca di Fotografia dell’Università Bocconi di Milano.
Qui, attraverso gli scatti di giovani fotografi, sarà possibile comprendere le opportunità offerte dalla tecnologie e le nuove modalità di lettura per le persone con disabilità visiva.

Infine, nella mattinata di sabato 17 (ore 10.30-13), in collaborazione con l’Istituto dei Ciechi di Milano e presso lo stesso (Sala Barozzi, Via Vivaio, 7), vi sarà il Reading al buio Leggere con mani e voce, al quale interverranno gli autori Federica Bosco, Daniele Cassioli, Claudia De Lillo alias Elasti e Franco Vanni, che si alterneranno alla lettura con Manuele Bravi.
«Per il pubblico – spiegano i promotori -, immerso nell’oscurità, sarà l’occasione per sperimentare un nuovo modo di “sentire” la storia e, a partire dal principio per cui “tutti hanno il diritto di leggere”, condividere con gli autori le emozioni e i pensieri trasmessi dalle letture». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: Francesca Guadagni (francesca.guadagni@fondazionelia.org); segreteria@fondazionelia.org.