Perché si devono combattere le barriere

Presentare anche in periferia quanto avviato da parte dell’Amministrazione Comunale, per attuare finalmente anche a Verona un PEBA (Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche), spiegando innanzitutto che cosa si intenda esattamente con il concetto stesso di “barriere” e perché esse vadano combattute: sarà sostanzialmente questo lo scopo della tavola rotonda “Le barriere in Borgo Venezia”, promossa per domani, 29 novembre, a Verona, dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti, all’interno del Festival “Non c’è differenza”, evento dedicato alla compianta Nicoletta Ferrari

Conferenza stampa dei Genitori Tosti nell'autunno 2017

Una conferenza stampa promossa presso il Comune di Verona, nell’autunno dello scorso anno. Al centro, in carrozzina, la compianta Nicoletta Ferrari, fondatrice dell’Associazione Dismappa, alla quale è dedicato l’incontro di domani, 29 novembre, nella città scaligera

Presentare anche in periferia quanto avviato dall’autunno dello scorso anno, da parte dell’Amministrazione Comunale, per attuare finalmente anche a Verona il PEBA (Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche), spiegando innanzitutto che cosa si intenda esattamente con il concetto stesso di “barriere” e perché esse vadano combattute: sarà sostanzialmente questo lo scopo della tavola rotonda intitolata Le barriere in Borgo Venezia, promossa per il pomeriggio di domani, giovedì 29 novembre a Verona (Sala Convegni del Centro Tommasoli, Via Perini, 7, ore 17), dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti, all’interno del quinto Festival Non c’è differenza.
L’evento sarà dedicato alla compianta Nicoletta Ferrari, la fondatrice dell’Associazione Dismappa, recentemente e prematuramente scomparsa, che sin dal 2012 si era adoperata per catalogare i luoghi e gli eventi accessibili di Verona, oltre ad ideare un Manifesto per i teatri e i cinema accessibili e ad essersi sempre battuta in prima linea, per affermare il diritto alla mobilità  delle persone con disabilità.

Introdotta da Isabella Caserta, che dirige il Festival Non c’è differenza, e moderata da Alessandra Corradi, presidente dell’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti, la tavola rotonda potrà contare sulla partecipazione di Daniela Brunelli, cofondatrice dell’Associazione Dismappa (Introduzione sulle barriere e perché combatterle), Rita Andriani, presidente della Sesta Circoscrizione di Verona (Panoramica sulla situazione nella circoscrizione), Ilaria Segala, assessore all’Urbanistica del Comune di Verona e Renato Fongaro, farmacista (Come abbattere le barriere davanti ad una farnacia). La stessa Alessandra Corradi, infine, presenterà un prototipo di Bagno 4all.
«Questo evento – viene sottolineato dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti – è aperto a tutti, e specialmente a chi per lavoro ha a che fare con le barriere, ma non sa come abbatterle e quali strumenti esistono per farlo, a partire dagli agenti immobiliari». (S.B.)

A questo link è disponibile un approfondimento sulla tavola rotonda, curato dall’Associazione Genitori Tosti in Tutti i Posti. Per ulteriori informazioni: genitoritosti@yahoo.it.

Stampa questo articolo