- Superando.it - http://www.superando.it -

Un “taxi sociale”, per incentivare la dimensione relazionale

L’automezzo della UILDM di Mazara del Vallo (Trapani)

È partito tre anni fa, da un confronto tra i propri Soci, il progetto denominato Taxi sociale, promosso dalla UILDM di Mazara del Vallo, in provincia di Trapani (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare).
«Nella nostra Provincia – spiega Giovanna Tramonte, presidente dell’Associazione – vi sono attualmente poche realtà in grado di fornire un servizio di trasporto per persone con disabilità che ne soddisfi e garantisca i bisogni di indipendenza. Questi servizi, in ogni caso, prendono in considerazione solo gli aspetti strettamente legati alla necessità di spostamento per terapie mediche e riabilitative, mentre resta quasi sempre inascoltata la richiesta di trasporto per attività culturali e di svago come il cinema, il teatro, i centri ricreativi».
«Grazie dunque ai volontari del Servizio Civile, la UILDM mazarese ha deciso di mettere a disposizione il proprio mezzo per soddisfare le esigenze delle persone che ne facciano richiesta. «È un servizio che offriamo – dichiara ancora Tramonte – perché per noi è essenziale considerare la persona in tutti gli aspetti della vita, sia che si tratti delle sue esigenze di tipo medico, ma soprattutto cerchiamo di incentivare la dimensione relazionale, che fa parte della quotidianità di ciascuno di noi». (S.B.)

Ringraziamo per la collaborazione Alessandra Piva dell’Ufficio Stampa della UILDM Nazionale.

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: uildmmazara@hotmail.it.