Forum del Terzo Settore: bene il ripristino dell’IRES agevolata

«Questa è una buona notizia, che coincide con il riconoscimento del valore sociale delle 340.000 realtà di volontariato, associazionismo e impresa sociale che operano su tutto il territorio nazionale, promuovendo azioni quotidiane che rafforzano la coesione sociale delle nostre comunità»: così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore, commenta l’approvazione al Senato dell’emendamento al cosiddetto “Decreto Semplificazioni”, riguardante l’IRES (Imposta sul Reddito delle Società) agli Enti Non Commerciali, che ne ha bloccato il raddoppio

Claudia Fiaschi

Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore

«Questa è una buona notizia che fa tirare un sospiro di sollievo ai tanti Enti di Terzo Settore che operano nei settori della formazione, assistenza sociale, sanità, istruzione, solo per citarne alcuni. Siamo pertanto soddisfatti perché gli incontri istituzionali che abbiamo avuto nelle ultime settimane, a partire da quelli con il Presidente del Consiglio e con il Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sono serviti a sensibilizzare il Governo e tutte le forze politiche affinché venisse sostenuto questo emendamento nel nuovo Decreto, ristabilendo l’agevolazione IRES per le organizzazioni del Terzo Settore».
Così Claudia Fiaschi, portavoce del Forum Nazionale del Terzo Settore – organismo cui aderisce anche la FISH (Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap) – commenta l’approvazione da parte del Senato dell’emendamento al cosiddetto “Decreto Semplificazioni”, riguardante appunto l’IRES (Imposta sul Reddito delle Società) agli Enti Non Commerciali, che ne blocca il raddoppio, facendo così tornare l’imposta stessa al 12%.

«In tal modo – continua Fiaschi – è stato riconosciuto il valore sociale delle 340.000 realtà di volontariato, associazionismo e impresa sociale che operano su tutto il territorio nazionale, anche attraverso l’impegno di oltre 5 milioni di cittadini volontari. Azioni quotidiane che rafforzano la coesione sociale delle nostre comunità».

«Ora – conclude la Portavoce del Forum – si tratta di dare tempi rapidi all’attuazione della Riforma del Terzo Settore [Legge 106/16, N.d.R.]: dalla creazione del Registro Unico del Terzo Settore allo sblocco dei provvedimenti in attesa del vaglio della Cabina di regia presso la Presidenza del Consiglio». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: stampa@forumterzosettore.it.

Stampa questo articolo