I sordi si raccontano

Il progetto europeo “Sign Hub” coinvolge sette Paesi in diverse direzioni di ricerca, tra cui la conservazione della memoria storica, linguistica e culturale delle persone sorde, tramite interviste biografiche a sordi anziani. Tra gli italiani coinvolti nell’iniziativa, vi sono la sociologa (udente) Rita Sala e lo storico (sordo) Luca Des Dorides, che il 15 marzo saranno protagonisti, a Siena, del nuovo appuntamento dei “Venerdì del Pendola”, il cartellone di incontri che dà spazio e visibilità a esperienze di successo e alle eccellenze professionali che animano la comunità sorda e segnante

Rita Sala e Luca Des Dorides

Rita Sala e Luca Des Dorides saranno i protagonisti, il 15 marzo, del prossimo appuntamento a Siena, per “I Venerdì del Pendola”

Progetto europeo finanziato nell’àmbito del programma comunitario Horizon 2020,Sign Hub coinvolge sette Paesi europei in diverse direzioni di ricerca, tra cui la conservazione della memoria storica, linguistica e culturale delle persone sorde mediante la realizzazione di interviste biografiche a sordi anziani.
In Italia se ne occupano l’Università di Milano Bicocca, l’Università Ca’ Foscari di Venezia e il Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica e tra le persone coinvolte vi sono Rita Sala, sociologa, interprete LIS (Lingua Italiana dei Segni) e formatrice udente e Luca Des Dorides, storico sordo che opera presso l’Istituto Statale dei Sordi di Roma.

Saranno loro i protagonisti, venerdì 15 marzo, del nuovo appuntamento organizzato all’interno dei Venerdì del Pendola, il cartellone di incontri a cadenza mensile, che dà spazio e visibilità a esperienze di successo e alle eccellenze professionali che animano la comunità sorda e segnante, iniziativa seguita già da tempo dal nostro giornale, che è promossa dalla ONLUS MPDF (Mason Perkins Deafness Fund), con il patrocinio dell’ENS locale (Ente Nazionale Sordi), del Comune e della Provincia di Siena.

«Luca Des Dorides e Rita Sala – sottolineano i promotori dell’incontro -, uno storico, l’altra sociologa, uno sordo e l’altra udente, ci racconteranno la raccolta e l’analisi delle interviste italiane realizzate nell’àmbito di Sign Hub, attraverso un percorso a più voci che comprenderà, oltre a quelle dei due relatori, le voci degli anziani sordi, raccolte in brevi filmati sottotitolati in italiano».

L’appuntamento è come sempre a ingresso libero e accessibile grazie a un servizio di interpretariato italiano /Lingua dei Segni italiana e si terrà presso la sede di MPDFonlus in via Tommaso Pendola, 37 a Siena. (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: press@mpdfonlus.com (Luisa Carretti).

Stampa questo articolo