- Superando.it - http://www.superando.it -

In immersione cadono le barriere fisiche e mentali

Immersione in mare di una persona con disabilità, supportata dai tecnici di HSA Italia

Immersione in mare di una persona con disabilità, supportata dai tecnici di HSA Italia

Dopo le tappe di febbraio a Pescara e Reggio Emilia, proseguirà questo fine settimana in Toscana e Piemonte il percorso dell’iniziativa Il Mare, un Sorriso per tutti – Subacquea Zero Barriere, progetto promosso da HSA Italia (Handicapped Scuba Association International), l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili, del quale ci siamo già occupati più volte sulle nostre pagine, e che è risultato tra i vincitori del Bando OSO Ogni Sport Oltre 2018, voluto dalla Fondazione Vodafone Italia, con l’obiettivo di avvicinare le persone con disabilità allo sport, sostenendo le Associazioni sul territorio.
Domani, dunque, 30 marzo, e domenica 31, la subacquea sarà davvero di tutti e per tutti, nel corso di due belle giornate di lezioni gratuite di immersioni e acquaticità “senza barriere”. «Le nostre lezioni in acqua – sottolineano a tal proposito da HSA Italia – offrono nuove esperienze e situazioni di integrazione, con i partecipanti con disabilità fisica o sensoriale che accrescono la propria autostima. Ogni evento senza barriere, inoltre, contribuisce a diffondere la cultura dello sport come un valore per tutti».

Come detto, si incomincerà domani, 30 marzo, a Porto Santo Stefano (Grosseto), con l’Argentario Scuba Point che organizzerà un corso di specializzazione per istruttori subacquei e lezioni gratuite di subacquea e acquaticità riservate a bambini e adulti con disabilità, il tutto con il supporto della Società Sportiva Dilettantistica Virtus Buonconvento e con il patrocinio del Comune di Monte Argentario.
Verrà inoltre coinvolta l’Associazione Tutto Possibile di Grosseto, con alcuni ragazzi con disabilità provenienti dal mondo dello sport in acqua.
Le lezioni si terranno in mattinata presso la Piscina Comunale I Tre Ragazzi, dove gli istruttori HSA Dharma Nettuno, Eleonora Motta e Lucia Presenti, coordinati dall’Instructor Trainer HSA Massimiliano Maschio, saranno a disposizione, per portare sott’acqua, in massima sicurezza, i bambini, i ragazzi e gli adulti con disabilità che vorranno provare un’esperienza unica, nella quale l’assenza di gravità diminuirà le difficoltà di mobilità e le differenze, contribuendo ad abbattere ogni barriera fisica e mentale.
Successivamente è previsto il corso di specializzazione HSA per professionisti, che fino a domenica coinvolgerà numerosi operatori della zona, rendendo sempre più l’Argentario un punto di riferimento per la subacquea senza barriere.
«Spesso le motivazioni nascono quando le cose ci coinvolgono personalmente», dice Massimiliano Maschio, raccontando la sua esperienza con Alessandro, caro amico che dopo un grave incidente in moto con conseguente emiplegia è voluto ritornare ad essere subacqueo. «Non dimenticherò mai la gioia e la commozione negli occhi miei e di Alessandro il giorno in cui gli ho consegnato il brevetto, durante l’immersione finale del corso Open Water Diver HSA».
Oggi Alessandro è un esperto subacqueo, pronto a condividere con tutti nuove esperienze e viaggi subacquei.

Domenica 31, invece, si arriverà a Novi Ligure (Alessandria), con il corso gratuito di introduzione alla subacquea, nuoto e snorkeling (nuoto in superficie o fino a cinque metri di profondità, utilizzando il boccaglio, che in inglese si chiama appunto snorkel), organizzato presso la Piscina Aquarium Nuoto, e dedicato a un gruppo di ragazzi e adulti di tre Associazioni che hanno sede ad Alessandria, ovvero Il sole dentro, che opera nel campo del supporto alle persone con autismo, Centro Down Alessandria e C’è chi c’ha, impegnata anch’essa sulla disabilità intellettiva e/o relazionale. Nella medesima occasione inizierà uno stage formativo di HSA per istruttori e tecnici che operano sul territorio.
Responsabile dell’evento è Lorenzo Oberti, “storico” ed esperto coordinatore di corsi HSA Italia, con alle spalle centinaia di iniziative di formazione per istruttori subacquei specializzati e sub con disabilità, supportato da una nutrita rete di collaboratori, sia dal punto di vista tecnico che logistico (le scuole e diving center HSA Onda Sub di  Torino, responsabile Fabio Moreo; Sub Novara Laghi – Orta San Giulio, responsabile Alfonso Sacco; Scubaproject – Torino, responsabile Ettore Cominetti; e inoltre, Passione d’aMare, diretto da Sergio Cetti, per il supporto e per le attrezzature; Burg For All, responsabile Giuseppe Bianchi, per la particolare visibilità nella zona del Piemonte).
«Organizziamo i corsi gratuiti di introduzione alla subacquea di HSA Italia da diversi anni – dichiara Oberti – e in questi mesi, con OSO Ogni Sport Oltre, il programma delle iniziative è in costante crescita. Tutto questo è reso possibile dalla grande passione dei subacquei, dei tecnici delle scuole e diving center HSA e dei partner per la logistica e attrezzature, che da Nord a Sud ci supportano». (S.B.)

A questo link, corrispondente alla pagina di HSA Italia nel sito Ogni Sport Oltre, promosso dalla Fondazione Vodafone, è disponibile il racconto delle varie tappe di “Il Mare, un Sorriso per tutti”.  Per ulteriori informazioni: Patrizia De Santo (info@patriziadesantopr.it).