Didattica speciale e inclusione scolastica

Pubblicato da Lucio Cottini, docente di Pedagogia Speciale all’Università di Udine, esperto riconosciuto a livello nazionale, il libro “Didattica speciale e inclusione scolastica” sarà al centro di un incontro aperto alla cittadinanza e promosso per il 12 aprile a Moie di Maiolati Spontini (Ancona) dal Gruppo Solidarietà, opportunità preziosa per riflettere sui temi dell’inclusione scolastica delle persone con disabilità e in particolare di quelle con disabilità complessa

Copertina del libro "Didattica speciale e inclusione scolastica" di Lucio CottiniPubblicato da Lucio Cottini, docente di Pedagogia Speciale all’Università di Udine, esperto riconosciuto a livello nazionale, il libro Didattica speciale e inclusione scolastica (Carocci, 2018, terza ristampa 2019) sarà al centro dell’incontro aperto alla cittadinanza e promosso per venerdì 12 aprile (ore 17.15) dal Gruppo Solidarietà, presso la Biblioteca La Fornace di Moie di Maiolati Spontini (Ancona).

«Porre l’inclusione al centro delle politiche e delle prassi educative – si legge nella presentazione editoriale del libro di Cottini – significa concentrare l’attenzione sulle esigenze diversificate di tutti gli allievi, nessuno escluso, nel rispetto del principio di pari opportunità e di partecipazione attiva di ognuno. La prospettiva dell’inclusione scolastica è sviluppata nel volume su quattro piani fra loro integrati: il piano dei principi, che tende a sottolineare come ogni individuo, indipendentemente dai tratti culturali o personali, sia un’entità costitutiva dell’istituzione sociale, che trova nella piena valorizzazione di tutti la sua stessa ragione d’essere; il piano organizzativo, inteso come interazione e coordinamento fra i diversi attori che entrano in gioco, sia interni che esterni alla scuola; il piano metodologico-didattico, che si riferisce alle procedure da mettere in campo per promuovere il successo formativo e il ruolo attivo di ogni allievo; e infine il piano dell’evidenza empirica, che fissa l’attenzione sulle ricerche che hanno affrontato il tema dell’educazione inclusiva, al fine di giustificarne l’applicazione generalizzata».

«Con questo incontro – dichiara Fabio Ragaini, che ne sarà il coordinatore – intendiamo offrire l’opportunità di riflettere sui temi dell’inclusione scolastica delle persone con disabilità e in particolare di quelle con disabilità complessa. In considerazione, poi, della grande esperienza dell’Autore sui temi  dell’autismo, avremo l’occasione di approfondire anche questo argomento e non solo con riguardo all’inclusione scolastica». (S.B.)

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: grusol@grusol.it.

Stampa questo articolo